,,

Salvini: "Riaperture? Con Draghi parlerò di ritorno alla vita"

Salvini insiste sulle riaperture e contesta il ministro della Salute Roberto Speranza ma non Draghi: "Con lui asse ferreo"

Matteo Salvini torna sul tema riaperture ai tempi del Covid, parlando dell’incontro avuto nelle scorse ore con il ministro della Salute Roberto Speranza. Il leader della Lega, intervistato dal Corriere della Sera, ha innanzitutto espresso “totale e convinta solidarietà per le minacce di morte” ricevute dal ministro. “La vicinanza umana e politica non è in discussione”, ha aggiunto.

“Detto questo: sulle riaperture mi è sembrato di parlare con una parete – ha dichiarato Salvini -. Gli ho detto che l’Italia è lunga, sono 8 mila comuni, che si apre solo dove i contagi e il sistema ospedaliero non sono sotto pressione. Lui mi ha detto che no, ad aprile la scienza non vale. Ma attenzione: dopo il Covid dovremo fronteggiare un’altra emergenza…”.

Il segretario del Carrocio si riferisce a “un’altra ondata epidemica, quella psicologica e psichiatrica”. E ancora: “Continuano a dirmi che chiusure come quelle che stiamo attraversando stiano creando problemi giganteschi ad adulti e bambini. Che un ministro della Salute lo sottovaluti… Non va bene”.

Circa l’incontro richiesto a Draghi, Salvini spiega che vuole parlare anche con il premier “di ritorno alla vita”. “Ma l’asse con Draghi è ferreo, lui dice che si riaprirà sulla base della scienza e dei dati medici. E io sono d’accordo”, aggiunge.

Dunque? Qual è il problema? “Siccome ci sono intere regioni in cui la situazione per fortuna è più tranquilla, aggiungo che il riaprire in questi territori non è un capriccio di Salvini, ma la risposta a un’emergenza economica drammatica. Speranza però continua a dire “rosso, rosso, rosso…”. Sarà un riflesso condizionato indotto dalla sua storia”.

Il leader della Lega, a proposito dei recenti battibecchi all’interno della maggioranza, ha dichiarato: “Io dico che se lo spirito del Pd è questo, significa che se ne fregano del richiamo del presidente Mattarella. Mi creda, tutto mi terrebbe lontano dalla sinistra, ma l’amore per questo Paese fa premio su tutto. Anche gli attacchi sono seccanti, il problema vero è che l’ideologia del ministro Speranza comincia a essere preoccupante”.

“Qui l’ideologia non c’entra nulla – ha replicato Speranza nelle scorse ore – ogni misura è ponderata sulla base dei dati scientifici. Fidiamoci della scienza, che ci ha sempre guidati in questo anno difficile”.

VirgilioNotizie | 03-04-2021 10:12

Nuovi colori delle regioni dal 10 maggio: cosa cambia Fonte foto: ANSA
Nuovi colori delle regioni dal 10 maggio: cosa cambia
,,,,,,,