,,

Ristoratore ucciso fuori dal suo locale: un passato nella Lega

Un ristoratore è stato trovato morto nel suo giardino di casa, vicino al suo locale: le ferite alla testa fanno pensare a un omicidio

Ucciso nel cortile di casa. Un uomo è stato colpito alla testa fuori dal suo locale, morendo sul colpo: inutile l’intervento del 118. La vittima è Franco Colleoni, 68 anni, residente a Brembo, frazione di Dalmine, nel Bergamasco. Era un noto ristoratore, proprietario del locale ‘Il Carroccio’: era stato segretario provinciale della Lega fino al 2004 e anche assessore provinciale. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Treviglio. La notizia è stata data dall’Ansa.

Ristoratore trovato senza vita: l’ipotesi è quella dell’omicidio

Carabinieri e polizia hanno isolato la zona in cui è stato ritrovato il corpo e stanno eseguendo gli accertamenti e i rilievi di rito.

Al momento si hanno pochissime informazioni. Il cadavere presenterebbe ferite alla testa, ed è per questo motivo che l’ipotesi più accreditata è quella dell’omicidio.

I militari stanno indagando, non è esclusa nessuna pista: sembra prevalere quella del furto, sfociato nell’uccisione di Colleoni.

Alcuni malviventi sarebbero entrati nel cascinale dove l’ex segretario provinciale della Lega si trovava insieme alla moglie: l’aggressione sarebbe avvenuta nel cortile, con un corpo contundente che ha provocato la morte dell’uomo.

Dalmine, Franco Colleoni ucciso: chi era l’ex dirigente della Lega

Franco Colleoni è stato un leghista della prima ora, al seguito di Umberto Bossi. Dal 1995 al 1999 era stato assessore provinciale a Bergamo con l’ex presidente Giovanni Cappelluzzo e assessore nella Giunta di Dalmine.

Poi la decisione, oltre 15 anni fa, di lasciare la Lega.

“Una preghiera per Franco Colleoni, ex segretario provinciale della Lega di Bergamo e assessore a Dalmine dal 1995 al 1999. Ricorderò per sempre le nostre belle chiacchierate e i nostri confronti costruttivi. Fai buon viaggio Franco”, ha scritto su Facebook il sindaco di Dalmine, Francesco Bramani.

Franco Colleoni, le parole di Salvini

“Ricordo con stima e affetto Franco Colleoni: con lui ho condiviso anni di battaglie, di sconfitte e di vittorie. Ricordo i pranzi e le cene nel suo ristorante di Dalmine. Una preghiera per lui, condoglianze ai suoi cari”. Con queste parole il leader della Lega, Matteo Salvini, ha voluto ricordare Franco Colleoni.

VirgilioNotizie | 02-01-2021 15:14

carabinieri Fonte foto: 123RF
,,,,,,,