,,

5 ristoranti di cucina internazionale per girare il mondo con i sapori secondo SumUp

Dall'hawaiano al coreano: cinque ristoranti internazionali per viaggiare con il gusto insieme a SumUp.

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Per viaggiare non serve prendere un aereo, basta sedersi a tavola, sperimentando sapori e piatti delle cucine di tutto il mondo. Non a caso, secondo alcune stime, fra il 2022 e il 2027 il mercato globale degli alimenti etnici aumenterà del 12%.

Una tendenza che coinvolge anche l’Italia dove le cucine più popolari sono quella giapponese, quella cinese e il poke hawaiano, senza dimenticare la tradizione araba/mediorientale. Proprio per questo, i ristoranti etnici hanno continuato ad evolversi e digitalizzarsi per rispondere alla crescente richiesta dei consumatori e all’aumento degli ordini a domicilio.

Lo conferma SumUp, leader nel settore delle soluzioni digitali e cashless per le piccole imprese. Nel 2021 ha registrato nel settore “Caffè e Ristoranti” un aumento del 49% del transato medio cashless e una crescita dell’88% per il numero medio di transazioni senza contanti.

“Sia i ristoratori, che i clienti cercano semplicità e velocità – spiega Gaetano de Maio, Country Manager Italia Cassa di SumUp – per i ristoranti di cucina etnica, soprattutto con l’aumento degli ordini a domicilio e take away che si sono aggiunti a quelli in loco, è diventato fondamentale gestire il tutto più velocemente. Per questo sono sempre più apprezzate soluzioni che consentono di ordinare e pagare con un click o con l’invio di un messaggio, di pagare a distanza o al tavolo evitando la fila in cassa. Lo dimostra, ad esempio, il successo di SumUp Cassa che consente ai ristoratori – e in generale agli esercenti – di avere a portata di mano una serie di prodotti e servizi che consentono all’attività di guardare al futuro integrando ordini, consegne, pagamenti da remoto o in negozio, senza dimenticare la possibilità di gestire con semplicità tutta la parte fiscale e del magazzino”.

Oggi, infatti, è sempre più facile ordinare e pagare a distanza oppure con la carta nel proprio ristorante etnico preferito. SumUp racconta questa rivoluzione digitale a tavola individuando 5 ristoranti di cucina internazionale, per un pranzo o una cena in giro per il mondo.

La freschezza di About Pokè 

about-pokeFonte foto: SumUp

Il pokè è ormai un trend in espansione che, secondo alcune stime, nel 2024 potrebbe raggiungere i 143 milioni di euro. About Pokè è la prima pokeria di Crema. Il locale offre poke bowl  personalizzabili in base alle proprie preferenze. Carne, pesce e proteine vegetali si accompagnano a carboidrati, per un pasto fresco e completo. Fra i servizi offerti troviamo il ritiro d’asporto e il delivery, con la possibilità di ordinare direttamente tramite Whatsapp.

La cucina indiana di Nura

nuraFonte foto: SumUp

Considerato il primissimo Food Truck italiano di cucina indiana del Kerala, Nura si trova a Firenze. La sua missione? Reinterpretare la tradizione culinaria del Sud India con un tocco di contemporaneità. I servizi offerti sono numerosi, dal delivery alle consegne a domicilio sino ai servizi di catering e wedding catering. Il food truck inoltre partecipa a eventi, fiere, convegni e festival in tutta Italia. Il progetto nasce da Basheerkutty Mansoor, chef indiano con il sogno di ricreare in Italia i sapori esotici della sua tradizione. La cucina che propone spazia fra piatti vegani e vegetariani, portate di carne e pesce, pensati anche per gli intolleranti al glutine. Tutti i prodotti bio vengono serviti in contenitori 100% riciclabili, con i profumi e le note dei tipici ingredienti della tradizione indiana: dalla menta e il ginger al cocco e agli anacardi, sino alle foglie di curry e alle spezie.

La tradizione giapponese di Armonico 

armonicoFonte foto: SumUp

Situato nel quartiere Isola, fra le zone più dinamiche di Milano, Armonico è un ristorante giapponese ed è il primo progetto di Fine Delivery con un approccio tipico di un modello gourmet e un’attenzione alle evoluzioni del mercato. Nato all’inizio del 2020 dall’idea di quattro giovani under trenta, propone un menù con un centinaio di proposte: dal pesce fresco al sushi vegano. Senza contare la celebre cantina di sakè. Sempre in Via Pastrengo, Armonico ha aperto un ristorante esclusivo con solamente 16 coperti, di cui 8 al bancone, da cui ammirare gli chef all’opera.

Il fascino dell’America in Route 66 American Diner

Fonte foto: SumUp

Famosissima Steakhouse di Milano, Route 66 American Diner si ispira ai locali presenti nelle cittadine lungo la Route 66 degli USA. Il menù spazia dai pregiati tagli di carne sino al pulled pork. Il concept si basa interamente sulla tradizione americana che i fondatori hanno riproposto dopo un lungo viaggio negli USA. Tutto ricorda lo Stato a stelle e strisce, dall’arredo – con divanetti in pelle rossa, tavoli in legno e mura in mattoni -, fino alle tecniche di cottura. Una tradizione che si fonde con quella italiana: la carne infatti proviene da bestiame allevato in Italia, mentre il pane è fresco e artigianale.

I sapori della Corea del Sud da Ginmi

ginmiFonte foto: SumUp

Nata come attività a conduzione familiare nel lontano 1985, Ginmi è l’osteria più antica della Lombardia. Si tratta del primo ristorante sud-coreano a Milano, con un’atmosfera rilassata e un ambiente semplice e informale. Propone un menù molto vasto: dalle zuppe al bibimbap (un piatto a base di riso disponibile in tante varianti) passando per i ravioli freschi al kimchi (il cavolo cinese fermentato piccante) fino all’hotteok, il tipico dolce coreano alla piastra con zucchero di canna, cannella, arachidi tostate e vino di lampone. L’opzione del menù take away prevede inoltre una selezione di vini naturali, ordinabili anche dal profilo Instagram del ristorante.

Contenuto offerto da SumUp.

sumup Fonte foto: SumUp
,,,,,,,,