,,

Parlamento Ue: David Sassoli è il nuovo presidente

Eletto alla seconda votazione. Succede ad Antonio Tajani

L’eurodeputato Pd David Sassoli è stato eletto presidente dell’Europarlamento alla seconda votazione con 345 voti, a fronte della maggioranza necessaria prevista di 334 voti. Lo ha annunciato il presidente uscente del Parlamento Ue a Strasburgo Antonio Tajani. Dopo l’accordo raggiunto ieri dai 28 paesi membri si è quindi concluso il processo sulle nomine dei vertici delle istituzioni europee.

“Tutti voi capirete la mia emozione in questo momento nell’assumere la presidenza del Parlamento Ue. Ringrazio il presidente Tajani per il lavoro che ha svolto, per il suo grande impegno e la sua dedizione a questa istituzione”. Lo ha detto David Sassoli prendendo la parola subito dopo l’annuncio della sua elezione. Un lungo applauso dell’aula ha salutato il ringraziamento rivolto da Sassoli a Tajani.

All’Europa, ha spiegato Sassoli, serve “recuperare lo spirito dei padri fondatori“, “coniugare crescita, protezione sociale e rispetto dell’ambiente e rilanciare gli investimenti sostenibili”. “In questi mesi, in troppi, hanno scommesso sul declino di questo progetto, alimentando divisioni e conflitti che pensavamo essere un triste ricordo della nostra storia. I cittadini hanno dimostrato invece di credere ancora in questo straordinario percorso, l’unico in grado di dare risposte alle sfide globali che abbiamo davanti a noi”, ha detto il nuovo presidente dell’Europarlamento.

“Non siamo – ha continuato Sassoli – un incidente della Storia, ma i figli e i nipoti di coloro che sono riusciti a trovare l’antidoto a quella degenerazione nazionalista che ha avvelenato la nostra storia. Se siamo europei è anche perché siamo innamorati dei nostri Paesi. Ma il nazionalismo che diventa ideologia e idolatria produce virus che stimolano istinti di superiorità e producono conflitti distruttivi”.

“Sull’immigrazione vi è troppo scaricabarile fra governi – ha detto Sassoli – e ogni volta che accade qualcosa siamo impreparati e si ricomincia daccapo. Signori del Consiglio Europeo, questo Parlamento crede che sia arrivato il momento di discutere la riforma del Regolamento di Dublino che quest’Aula, a stragrande maggioranza, ha proposto nella scorsa legislatura”.

L’esponente del Pd ha sottolineato la volontà e l’impegno per incrementare la parità di genere e favorire “un maggior ruolo delle donne ai vertici dell’economia, della politica e del sociale”: “Voglio dare il benvenuto anche alle donne che rappresentano il 40% di tutti noi. È un buon risultato ma noi vogliamo di più”, ha detto prendendo la parola dopo l’elezione.

L’ex giornalista Rai, eurodeputato del Partito Democratico dal 2009 e vicepresidente nella legislatura appena conclusa, era il candidato scelto dai socialisti e sostenuto anche dai popolari. Al primo scrutinio aveva mancato l’elezione per soli 7 voti, femandosi a 325 preferenze. Alla seconda ha raggiunto 345 voti, superando la soglia necessaria. Sassoli era in competizione con il ceco Jan Zahradil dei Conservatori e Riformisti (Ecr) che ha ottenuto 160 voti, la tedesca Ska Keller dei Verdi (119) e la spagnola Sira Rego della sinistra (43).

Tra i partiti italiani solo il Pd ha votato per Sassoli. Lega e Fratelli d’Italia hanno votato per il candidato ceco Zahradil, Forza Italia si è astenuta e il Movimento 5 Stelle ha lasciato libertà di coscienza ai propri deputati.

Esulta il segretario Pd Nicola Zingaretti, che ha twittato così: Vittoria! David Sassoli presidente del Parlamento Europeo. Un Italiano del Pd tra le massime figure delle istituzioni europee. Il Governo Italiano ha fatto danni e ci ha isolato. Il Pd c’è e conta, al servizio delle Istituzioni e del nostro Paese”.

VIRGILIO NOTIZIE | 03-07-2019 13:15

Dal Tg1 a presidente dell'Europarlamento: chi è David Sassoli Fonte foto: Ansa
Dal Tg1 a presidente dell'Europarlamento: chi è David Sassoli
,,,,,,,