,,

Nubifragio su Palermo, ci sono vittime e bambini in ipotermia

Nubifragio a Palermo, due morti annegati nell'auto sommersa dall'acqua e due bambini in ipotermia: uno ha appena 9 mesi

Due persone sono morte annegate in un sottopasso di viale della Regione a Palermo, allagato per la bomba d’acqua caduta in città. Erano in un’auto, sommersa dalla pioggia, che è rimasta blocca in strada. Sul posto i sommozzatori dei Vigili del fuoco stanno intervenendo per recuperare i corpi. Lo rende noto l’Ansa.

Inoltre ci sarebbero due bambini, il più piccolo di 9 mesi, ricoverati in ospedale per ipotermia. Sarebbero rimasti intrappolati in un’altra auto, insieme ai loro genitori, nello stesso sottopassaggio. Le forze dell’ordine hanno prelevato coperte e teli termici dagli ospedali per le persone soccorse in strada.

Nubifragio a Palermo, auto ribaltate e gente a nuoto per strada

Una bomba d’acqua ha investito una vasta area della Sicilia. A Palermo la situazione più drammatica: in alcuni sottopassi di viale della Regione siciliana, gli automobilisti sono rimasti intrappolati e hanno lasciato le auto salvandosi a nuoto. Alcuni portando in braccio i bambini più piccoli.

La pioggia, iniziata nel primo pomeriggio, è caduta con intensità per circa tre ore.  Il Comune di Palermo lamenta il mancato allarme da parte delle autorità preposte. In alcune zone del capoluogo siciliano manca l’energia elettrica.

Nubifragio a Palermo, donna intrappolata in auto salvata dai sommozzatori

I disagi sono notevoli, soprattutto per gli automobilisti. Una di loro, rimasta bloccata in auto, è stata salvata dai sommozzatori dei Vigili del fuoco in via Imera. Il veicolo era stato sommerso dall’acqua.

I sub che sono riusciti ad arrivare alla vettura e tirare fuori l’automobilista. Per la donna sono stati lunghi attimi di paura, sorpresa dal livello dell’acqua alzatosi in pochi minuti. Intanto, proseguono gli interventi per liberare gli automobilisti bloccati in altre strade di Palermo, decine le chiamate al centralino dei Vigili del fuoco.

Il meteorologo: “Pioggia storica per il mese di luglio”

Il violento nubifragio su Palermo ha fatto registrare “125 millimetri di acqua caduta in Piazza Europa, e oltre 80 millimetri nel quartiere di Boccadifalco”, ha spiegato il meteorologo Edoardo Ferrara all’Ansa. “Accumuli giornalieri assolutamente storici per il mese di luglio, solitamente il più stabile dell’anno”.

La bomba d’acqua ha fatto anche “crollare la temperatura sotto i 20° centigradi”, ha continuato l’esperto. “È stato un violento temporale cosiddetto autorigenerante, ovvero un temporale che, anziché transitare rapidamente, si continuava ad alimentare in loco, scaricando impressionanti accumuli di pioggia sempre sulle stesse zone”.

“Ha preso vita grazie al passaggio di una modesta ma insidiosa saccatura atlantica sulla Sicilia, responsabile tra l’altro dei forti temporali anche tra Messinese e Catanese, e ha trovato energia anche grazie alla presenza di aria calda e umida al suolo”, ha sottolineato il meteorologo. “Tra l’altro su Palermo sono andati a confluire i venti umidi dal mare con quelli più caldi dall’entroterra, esaltando ulteriormente la fenomenologia”.

VIRGILIO NOTIZIE | 15-07-2020 20:30

Macchine sott'acqua dopo il nubifragio a Palermo Fonte foto: Ansa
Macchine sott'acqua dopo il nubifragio a Palermo
,,,,,,,