,,

Moreno, la vita dopo l'incidente: “Mai arrendersi"

La montagna è la sua passione e Moreno Pesce continua a coltivarla anche dopo l’incidente che lo ha costretto a un’amputazione.

Moreno Pesce è un esempio per molti, anzi per tutti. Era il 1997 quando in seguito a un incidente in moto di ritorno dalla montagna – passione di una vita – è stato costretto a subire un’amputazione alla gamba sinistra. Da allora non sono mancati i periodo bui, ma Moreno non si è mai arreso e ha continuato a lottare per superare i limiti.

“Non avrei mai pensato di arrivare fino a qui. – dice a Studio Aperto – Tutto quello che ho fatto dopo l’incidente è una sfida continua in cui ogni obiettivo raggiunto è solo un traguardo temporaneo.” È questo lo spirito che anima ogni avventura di Moreno che non nasconde di aver dovuto affrontare anche molti periodi difficili.

“Ho avuto i miei momenti bui e tristi – racconta – ma sono ripartito e oggi eccomi qua. Sto cercando di non perdere colpi e ogni occasione è buona per mettersi in discussione.” Durante ogni tappa del su percorso, personale e sportivo, Pesce ha potuto contare sul sostegno di molti e su una buona dose di ironia con cui ha sempre guardato alla vita.

Ecco allora, il ruolo della famiglia con la piccola ma anche la presenza di tanti amici: “Hanno avuto un ruolo determinante, sono stati il mio cuscino”, riconosce Moreno che ha un messaggio da mandare a chi come lui sta fronteggiando una disabilità.

“Di chilometri in salita ne ho fatti tanti – dice – e dopo anni ho ripreso a giocare a calcio, mi sono divertiti in sacco. Al limite si cade per terra e ci si ritira su. Never give up è il nostro messaggio: ad arrivare primi sono bravi in tanti, noi difendiamo la nostra ultima posizione”.

VIRGILIO NOTIZIE | 06-09-2019 11:42

Moreno Pesce Fonte foto: Mediaset
,,,,,,,