,,

Manovra 2022, salta in Cdm il contributo di solidarietà contro il caro bollette. Partiti divisi

In Consiglio dei ministri la manovra economica, bocciato il contributo di solidarietà per combattere il caro bollette

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È saltata la proposta di un contributo di solidarietà per i redditi superiori ai 75mila euro per sterilizzare almeno in parte gli aumenti dei costi delle bollette energetiche. La misura, avanzata dal premier Mario Draghi nel corso della cabina di regia con le forze di maggioranza sulla manovra economica, è stata bocciata dal Consiglio dei ministri a causa della spaccatura tra i partiti. Contrari Lega, Forza Italia e Italia Viva.

La riunione del Consiglio dei ministri è stata sospesa dopo circa due ore a causa della mancata intesa tra le forze della maggioranza. Dopo circa mezz’ora di sospensione la riunione è ripresa e si è conclusa dopo pochi minuti. Senza l’approvazione del contributo di solidarietà.

Secondo quanto emerso dalla cabina di regia a Palazzo Chigi, l’emendamento del governo alla legge di bilancio confermerà il taglio strutturale di 7 miliardi di Irpef e 1 miliardo di Irap a partire dal 2022. Non viene quindi modificato lo stanziamento alla base dell’accordo raggiunto tra i partiti al ministero dell’Economia per il taglio delle tasse nella manovra economica.

Manovra, idea contributo di solidarietà per il caro bollette

In cabina di regia il premier Mario Draghi ha proposto un contributo di solidarietà sui redditi più alti per sterilizzare almeno in parte gli aumenti del costo delle bollette.

L’ipotesi prevedeva un taglio dei contributi una tantum, nel 2022, concentrato sui lavoratori sotto i 35mila euro. Una operazione da finanziare con l’annullamento degli effetti del taglio dell’Irpef per i redditi sopra i 75mila euro, per un valore di circa 248 milioni di euro.

La richiesta era stata avanzata dai sindacati, sentiti telefonicamente dal presidente del Consiglio al termine della cabina di regia sulla manovra. Cgil Cisl e Ui hanno chiesto ulteriori interventi sulla distribuzione del carico fiscale a favore delle fasce medio-basse, più colpite dalla crisi.

Manovra, partiti divisi: salta contributo di solidarietà

Alla fine però il contributo di solidarietà è stato bocciato dal governo. La proposta del premier Draghi a favore dei ceti medio-bassi è stata appoggiata da Pd, Leu e M5s, mentre Lega, Fi e Iv si sono opposti, bocciando la misura.

“Se deve essere una patrimoniale ci piace poco. Sul contributo per limitare e impedire l’aumento delle bollette si possono trovare i soldi nell’applicazione della riforma Irpef, un paio di miliardi. Comunque discuteremo e vedremo in che consiste questa proposta, ma se si tratta di una nuova patrimoniale non siamo a favore“. Così il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani.

Manovra 2022, dai nuovi aiuti ai tagli: tutte le misure approvate Fonte foto: ANSA
Manovra 2022, dai nuovi aiuti ai tagli: tutte le misure approvate
,,,,,,,