,,

Lucio Presta annuncia un'altra querela a Heather Parisi: aveva negato il pignoramento dopo la condanna

Heather Parisi parla di quanto avvenuto dietro le quinte del programma tv "Belve", Lucio Presta le risponde e annuncia una nuova querela

Pubblicato il:

Nuovo capitolo nella battaglia legale tra Heather Parisi e il manager dello spettacolo Lucio Presta. La showgirl è tornata a parlare del pignoramento chiesto da Presta e di quanto avvenuto dietro le quinte della trasmissione televisiva “Belve”. Parole che non sono piaciute al produttore televisivo, che annuncia una nuova querela.

Heather Parisi nega il pignoramento

In un lungo post pubblicato sui suoi canali social, Heather Parisi parla del risarcimento ottenuto da Lucio Presta dopo che l’ex ballerina era stata condannata per diffamazione e illecita pubblicazione di immagini.

Heather Parisi nega che ci sia stato un pignoramento, affermando di aver “assistito sgomenta al linciaggio mediatico di chi usa la tv pubblica e i media per vendette personali”. “Cosa avrei mai fatto di così terribile da meritare questo trattamento?”, scrive l’ex showgirl. 

L’ex ballerina riporta la sua versione dei fatti, spiegando di aver “pubblicato la foto della compianta mia migliore amica, abbracciata a me, ‘senza il consenso scritto da parte degli eredi”’.

Afferma di essere stata condannata “per il solo fatto formale della pubblicazione della foto senza autorizzazione scritta, al risarcimento dei danni” e che ‘nessun rappresentante delle forze dell’ordine, a differenza di quanto scritto da Presta, “si è mai palesato alla mia presenza”.

Lucio Presta annuncia una nuova querela

Una ricostruzione dei fatti che non è piaciuta a Lucio Presta: immediata la sua replica sui social, con il manager che annuncia una nuova querela.

“Dopo ultime dichiarazioni odierne della adorata Heather Parisi mi toccherà querelare la signora per diffamazione ed una serie di bugie o mi vedrò costretto a pubblicare bonifico fatto quel giorno da una terza persona legata al marito motivo per cui non hanno pignorato. Pensaci”, si legge nel tweet.

All’Adnkronos il manager ha poi detto che Parisi non è stata condannata per aver ”messo la foto” ma ”per quello che c’ha scritto sotto“: “Lei ha messo alla madre dei miei figli, a mia moglie, alla persona che ho amato di più al mondo, a una sua amica delle parole che mia moglie non avrebbe mai pronunciato contro di me e contro i suoi figli. Per questo il giudice l’ha condannata”.

La vicenda del pignoramento

Era stato lo stesso Lucio Presta a raccontare sui social del pignoramento, effettuato da ufficiale giudiziario durante la registrazione di “Belve“, il programma di Rai2 condotto da Francesca Fagnani, avvenuta giovedì 9 marzo.

“Un ufficiale giudiziario assistita dalla forza pubblica (ringrazio l’Arma) ha effettuato il pignoramento a persona fisica presso gli studi, a fine registrazione. Per evitare la mortificazione di veder portare via effetti personali, hai dovuto effettuare bonifico tramite terzi e saldare quanto dovuto, operazione che ha richiesto alcune ore trascorse in un camerino del centro di produzione”, aveva scritto il manager su Twitter.

presta-parisi Fonte foto: IPA
,,,,,,,,