,,

Perde le chiavi, si arrampica sul balcone e cade dal terzo piano

Incidente fatale per un giovane tecnico informatico. Si è spento ieri in ospedale

Aveva dimenticato le chiavi. Aveva provato a rientrare in casa passando dal balcone, ma era caduto davanti agli occhi del fratello. Per Ruben Iamundo, di Ladispoli, il volo di 3 metri è stato fatale. Dopo la caduta avvenuta nella notte tra domenica e lunedì, ieri ha perso la vita al Policlinico Gemelli di Roma.

Sulla dinamica dell’incidente, accaduto in via del Porto, stanno indagando i Carabinieri di Ladispoli coordinati dalla compagnia di Civitavecchia su disposizione della Procura della Repubblica. Anche se ci sarebbero pochi dubbi sulla tragica fatalità della vicenda.

La ricostruzione della caduta mortale di Ruben

Secondo una prima ricostruzione, riportata da Il Messaggero, Ruben Iamundo avrebbe litigato con la compagna. Lei sarebbe andata via di casa e lui avrebbe deciso di seguirla, accompagnato dal fratello più piccolo. Alle 2:30, vista l’ora tarda, l’uomo avrebbe desistito, decidendo di risalire nell’appartamento per andare a letto.

La porta si sarebbe chiusa dietro il 31enne con le chiavi dentro casa. A quel punto la decisione di scalcare una recinzione, per poi tentare l’accesso al balcone del terzo piano da un muretto. Così avrebbe perso l’equilibrio, e dopo aver tentato di aggrapparsi al bordo della ringhiera del primo piano, sarebbe precipitato al suolo.

Vani i tentativi di rianimarlo del fratello. L’intervento del 118 ha trasportato in elisoccorso Ruben all’ospedale. Entrato in codice rosso in Pronto Soccorso, con un grave trauma cranico, è stato poi trasferito in Terapia Intensiva, dove si è spento ieri. I familiari, riporta Il Messaggero, avrebbero dato il consenso per la donazione degli organi.

VirgilioNotizie | 09-07-2019 12:52

ruben-iamundo-gemelli-cade-chiavi-ladispoli Fonte foto: ANSA
,,,,,,,