,,

Giovane sottoposto all'alcoltest ad Asiago e assolto: etilometro non attendibile per il troppo freddo

26enne di Asiago assolto perché l'alcoltest non può essere ritenuto attendibile se effettuato a una temperatura sotto gli zero gradi

Pubblicato il:

L’alcoltest effettuato a -6,9 gradi non può essere ritenuto attendibile: in parole povere è questa la motivazione relativa al caso di assoluzione di un cittadino 26enne di Asiago, difeso dall’avvocato Giuseppe Viggiani.

I fatti del 2019

Il ragazzo, nel febbraio del 2019, si era messo al volante e, dopo aver perso il controllo della vettura di proprietà del padre, era finito contro a una colonnina di smistamento del sistema gas metano nell’Altopiano di Asiago, in via Cassordar.

Lo schianto si era verificato a notte fonda, attorno alle 3. Sul posto intervennero gli agenti della polizia stradale che sottoposero il giovane al test dell’etilometro.

Alcoltest, Asiago: assoluzione per un cittadino.Fonte foto: ANSA

Lo strumento rilevò che il 26enne era di molto al di sopra del limite di alcol consentito dalla legge (0,5 grammi).

In particolare, nella prima prova del test, l’etilometro segnò che l’automobilista aveva nel sangue 1,44 grammi litro di alcol (quasi tre volte il limite); nel test successivo 1,37 grammi litro.

Alcoltest non attendibile, le motivazioni del giudice

Finita la faccenda con una multa e la patente ritirata per guida in stato di ebbrezza? No, perché lo strumento di misurazione, secondo il libretto di istruzioni, è preciso e attendibile solo in un ambiente che mantiene una temperatura compresa tra gli zero e i 40 gradi.

La notte in cui il 26enne si sottopose all’alcoltest la temperatura segnava -6.9 gradi, particolare che ha portato all’assoluzione del ragazzo da parte del giudice di Vicenza Ivana Taschin, che si è pronunciata lo scorso 11 settembre. Secondo la sentenza, il fatto non sussiste.

Il precedente

Non è la prima volta che si verificano simili casi di assoluzione. Ad esempio, nel 2017, un 38enne di Treviso è risultato positivo all’alcoltest, venendo trovato con 1,56 grammi litro di alcol nel sangue.

Nell’aprile del 2022 l’assoluzione perché la prova con l’etilometro era stata effettuata 40 minuti dopo l’incidente. Secondo il giudice, in tal lasso di tempo, la curva di deposito nel sangue aveva raggiunto la sua punta massima.

Non solo: all’epoca l’uomo venne sottoposto a un secondo alcoltest a distanza di 10 minuti. Stesso risultato della prima prova. Una stranezza, visto che lo strumento avrebbe dovuto rilevare una variazione, seppur minima. Perché non fu riscontrata?

Forse perché la temperatura esterna quella sera era di -2 gradi, cioè sotto lo zero. L’apparecchiatura, come poc’anzi spiegato, è invece stata studiata per lavorare perfettamente tra gli zero e i 40 gradi. Da qui la decisione di assolvere il 38enne.

TAG:

alcoltest-asiago-assoluzione-sentenza Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,