,,

Guerra Israele-Hamas, ultime news: trovato l'accordo per estendere la tregua e il cessate il fuoco a Gaza

Cinquantunesimo giorno di guerra tra Israele e Hamas, strage di civili: rilascio di ostaggi, quarto giorno di tregua

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

È il 51esimo giorno di guerra fra Israele e Hamas, il quarto di tregua. Il conflitto ha prodotto fino a ora almeno 14.800 palestinesi morti, di cui 5.600 bambini, secondo Hamas. In Israele sono invece 1.200 i morti nell’attacco del 7 ottobre.

Dopo tre giorni di tregua e il primo rilascio di 13 persone il 24 novembre, oggi è prevista la liberazione di altri 11 ostaggi israeliani. A riportare la notizia il Wall Street Journal, confermata da Haaretz e citando fonti governative egiziane. La notizia è confermata anche da Haaretz.

Allo stato attuale, lunedì 27 novembre è l’ultimo giorno di tregua, anche se sia Netanyahu sia Hamas hanno fatto trapelare la possibilità di una proroga: la chiave sarebbe il rilascio di altri ostaggi.

Il racconto della giornata

  1. Berlino plaude per il rilascio dei prigionieri tedeschi

    “Altri 11 ostaggi sono liberi, tra cui 2 adolescenti tedeschi. Dopo 52 giorni di sofferenza e disperazione, la madre può riprenderli tra le braccia. Penso alle famiglie che continuano a preoccuparsi. Facciamo tutto il possibile affinché anche voi possiate riabbracciare i vostri cari”. Lo ha scrivtto su X la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock.

  2. Idf: gli ostaggi arrivati in Israele

    Le forze di difesa israeliane (Idf) hanno annunciato che tutti gli 11 ostaggi rilasciati da Hamas oggi sono arrivati in Israele.

  3. ostaggi-hamas
    Restano in ostaggio 9 minorenni

    Dopo l’ultimo scambio fra ostaggi di Hamas e detenuti palestinesi, rimangono prigionieri a Gaza ancora nove minorenni israeliani. Lo ricorda il Times of Israel, che ne riporta l’elenco, dal piccolo Kfir Bibas di appena 10 mesi fino ai due 18enni Liam Or e Itay Regev. Ancora in mano ad Hamas ci sono Ariel Bibas  (4 anni), Gali Tarshansky (13), Amit Shani (16), Ofir Engel (17), Maya Leimberg (17), Aisha Zaidna (17).

  4. Qatar: ostaggi rilasciati sono francesi, tedeschi e argentini

    Il portavoce del ministero degli Esteri del Qatar ha reso noto che gli 11 ostaggi israeliani rilasciati da Gaza sono tutti cittadini con doppia nazionalità: 3 sono francesi, 2 tedeschi e 6 argentini.

  5. Biden: "Spinto per una pausa nei combattimenti"

    “Ho costantemente spinto per una pausa nei combattimenti per accelerare ed espandere l’assistenza umanitaria inviata a Gaza e facilitare il rilascio degli ostaggi. Rimango in contatto con i leader di Qatar, Egitto e Israele per assicurarmi che ogni aspetto dell’accordo venga implementato”. Lo scrive su X il presidente statunitense Joe Biden dopo l’estensione della tregua a Gaza per altri due giorni.

  6. Netanyahu: piano concordato su ostaggi va avanti

    “Stiamo portando avanti il piano concordato” sugli ostaggi, “e stiamo anche continuando con l’obiettivo centrale che abbiamo dichiarato: ottenere il rilascio dei gli ostaggi per eliminare Hamas e, naturalmente, per garantire che questa minaccia non si ripeta a Gaza”. Lo ha detto il primo ministro Benjamin Netanyahu all’inizio della riunione del governo, secondo quanto riportano i media israeliani.

  7. Rilasciati anche sei ostaggi thailandesi

    L’emittente egiziana statale Al Qahera riferisce che oltre agli 11 ostaggi israeliani Hamas avrebbe rilasciato anche 6 thailandesi. Sono tutti attesi in serata al valico di Rafah.

  8. Sinwar incontra ostaggi israeliani

    Secondo quanto riporta Haaretz, Yahya Sinwar, il leader di Hamas a Gaza, ha incontrato alcuni ostaggi israeliani nei tunnel sotto la Striscia.

  9. 3 donne e 30 minori tra i detenuti liberati da Israele stasera

    Hamas, stando ai media, ha riferito che ci sono 3 donne e 30 minori nella lista dei detenuti palestinesi che verranno scarcerati stasera da Israele, in cambio di 11 ostaggi. Nel frattempo, la Casa Bianca plaude l’estensione di due giorni della tregua umanitaria a Gaza confermata nelle ultime ore.

  10. gaza-tregua
    Hamas conferma il prolungamento della tregua

    La notizia del prolungamento della tregua annunciata dal portavoce del ministero degli Esteri del Qatar Majed al Ansari è stata confermata anche da Hamas: in una nota citata da al-Jazeera, il gruppo palestinese ha sottolineato che l’accordo sui due giorni extra di tregua è stato raggiunto con “i fratelli del Qatar e dell’Egitto”.

  11. Qatar, accordo per altri due giorni di tregua a Gaza

    Il portavoce del ministero degli Esteri del Qatar Majed al Ansari ha annunciato che è stato raggiunto l’accordo per prorogare di altri due giorni la tregua tra Israele e Hamas a Gaza. Lo annuncia lo stesso al Ansari su X.

  12. ostaggi-israele
    Accordo raggiunto sugli ostaggi: 9 bambini e 2 madri

    Fonti israeliane hanno fatto sapere che l’accordo sul quarto rilascio di ostaggi è stato chiuso positivamente. Secondo le stesse fonti, citate da Ynet, 2 madri saranno liberate insieme a 9 bambini.

  13. Israele informa famiglie degli ostaggi su liberazione oggi

    Israele ha cominciato a informare le famiglie degli ostaggi che saranno liberati questa sera. Lo ha riferito Haaretz.

  14. Hamas annuncia la morte di Hamada, portavoce affari Gerusalemme

    Hamas ha annunciato la morte del portavoce per gli affari di Gerusalemme, Mohammed Hamada. Hamada – ha ricordato Haaretz – era stato imprigionato da Israele e poi rilasciato nell’accordo per il soldato Gilad Shalit ed esiliato a Gaza.

  15. Fonti egiziane, verso proroga tregua di altri due giorni

    Fonti egiziane riferiscono a Skynews Arabia che gli sforzi per estendere la tregua umanitaria nella Striscia di Gaza sono vicini a raggiungere un accordo per una proroga di altri due giorni. Lo avrebbe confermato il capo dell’Ufficio stampa statale egiziano Diaa Rashwan: l’ipotesi è il rilascio di 10 ostaggi di Hamas, donne e bambini per 30 prigionieri palestinesi ogni giorno. Vale a dire che in due giorni verrebbero rilasciati 20 israeliani e 60 palestinesi, rispettando il rapporto di 1 a 3. Rashwan ha aggiunto che sarà esteso anche il cessate il fuoco a Gaza, la fornitura di aiuti e sarà vietato il sorvolo dei droni israeliani.

  16. Israele, offerta a Hamas un'opzione per estendere tregua

    Israele dice di aver offerto ad Hamas “un’opzione” per estendere la tregua. Lo riporta l’Ansa.

  17. Ufficio Netanyahu, su ostaggi "negoziati ancora in corso"

    L’ufficio del premier Benjamin Netanyahu ha annunciato che “sono ancora in corso i negoziati sull’elenco degli ostaggi che verranno rilasciati oggi” da Hamas come quarto scambio. “Siamo consapevoli dello stress a cui sono sottoposte le famiglie e quando sarà possibile aggiungeremo informazioni. Vogliamo evitare di diffondere voci e informazioni non attendibili”, la posizione citata dall’Ansa.

  18. Negoziatori vicini a estensione tregua a Gaza

    “I negoziatori sono vicini a un accordo per estendere la tregua a Gaza”. Lo afferma l’emittente di Stato egiziana Al Qahera citando fonti locali di alto livello.

  19. Israele pronto a proroga in cambio di altri 50 ostaggi

    Israele si dice pronto a un’estensione della tregua se verranno rilasciati altri 50 ostaggi detenuti a Gaza”. Lo riporta Al Jazeera citando dichiarazioni del portavoce del governo israeliano, Eilon Levy.

  20. Ministro palestinese, tutti al lavoro per estendere la tregua

    Diversi attori implicati nella crisi di Gaza, tra questi “Qatar, Egitto, Stati Uniti, Spagna e Palestina”, sono “al lavoro” per far sì che la tregua “si estenda”: lo ha detto Riyad al-Maliki, ministro degli Esteri dell’Autorità Nazionale Palestinese, a margine del Forum dell’Unione del Mediterraneo di Barcellona.

  21. Scontro sulla lista degli ostaggi tra Hamas e Israele

    Secondo funzionari israeliani, sarebbero in corso intensi negoziati per modificare la lista di 11 ostaggi che dovrebbero essere liberati oggi da Hamas. I funzionari – riferisce Ynet – ritengono “problematico” l’elenco comunicato nella notte a Israele. Ci sarebbero 6 detenuti arrestati prima del 7 ottobre che Hamas vuole siano rilasciati. Hamas – hanno aggiunto i media – ha ribadito la richiesta a Israele di applicare il ‘principio di anzianità’, cioè di rilasciare per primi i prigionieri detenuti da più tempo. Altro intoppo – hanno indicato fonti palestinesi – riguarda il nome di Nafooz Hammad di 16 anni di Sheikh Jarrah, quartiere a prevalenza araba di Gerusalmme – che due anni fa ha accoltellato una donna israeliana ed è stato condannato la settimana scorsa per tentato omicidio a 12 anni di carcere.

  22. Direttore ospedali Gaza, niente benzina in strutture nord

    “Gli ospedali nel nord di Gaza non hanno ricevuto carburante durante la tregua“. Questa la denuncia del direttore generale degli ospedali di Gaza, Mohammed Zaqout, riportata da Al Jazeera e ripresa dall’Ansa. Per Zaqout, gli ospedali da campo attualmente a Gaza hanno bisogno dai cinque ai sette giorni per iniziare a funzionare e al momento solo gli ospedali Ahli Arab, Kamal Adwan e al-Awdah sono gli ultimi a funzionare nella parte settentrionale e centrale di Gaza.

  23. Qatar: "Hamas deve fornire notizie su 40 ostaggi per prorogare tregua"

    Per estendere la tregua, Hamas dovrebbe individuare 40 ostaggi non direttamente associati all’attacco del 7 ottobre e condividerne i dettagli con Israele, come affermato dal primo ministro e ministro degli Esteri del Qatar, Mohammed bin Abdul Rahman Al Thani, al Financial Times.

  24. Donna rilasciata fra gli ostaggi è in gravi condizioni

    Elma Avraham, 84 anni, è stata rilasciata dalla Striscia di Gaza in gravi condizioni, trasferita direttamente in elicottero all’ospedale Soroka. Il capo dell’unità traumatologica, Moti Klein, sottolinea che le condizioni della donna sono instabili, collegata a un respiratore e priva di coscienza. Klein sospetta che la sua salute sia compromessa dalla mancanza di farmaci appropriati a Gaza.

  25. Presidente Iran: "Usa non devono interferire a Gaza"

    Il presidente iraniano Ebrahim Raisi ha dichiarato che il popolo di Gaza determinerà il proprio futuro attraverso il governo legittimo di Hamas, e gli Stati Uniti non hanno il diritto di interferire. Raisi, in una telefonata con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ha avvertito che qualsiasi interferenza americana è destinata a fallire, definendo gli Stati Uniti “assassini della gente di Gaza” e sottolineando che tale interferenza non farà altro che perpetuare i loro presunti crimini contro i palestinesi.

  26. mappa guerra Israele Hamas 27 novembre
    MAPPA
  27. Il primo stop ai combattimenti fra Hamas e Israele è arrivato 48 giorni dopo l‘apertura delle ostilità. Nel terzo giorno di tregua, Hamas ha liberato 17 ostaggi, compresi 13 israeliani e quattro stranieri, di cui uno russo, grazie alla mediazione diretta di Mosca. In risposta, Israele ha rilasciato 39 prigionieri palestinesi, tutti minorenni, dopo la mediazione del Qatar. Netanyahu ha parlato con Biden, sottolineando un piano che prevede la liberazione di 10 ostaggi per ogni giorno di tregua. Biden ha enfatizzato l’importanza della soluzione dei due Stati e l’obiettivo di estendere la tregua oltre lunedì. Fonti indicano che Hamas è disposta a sua volta a prolungare la tregua.

Il benessere della tua mente è importante

,,,,,,,,