,,

Guerra Ucraina Russia, le ultime notizie di oggi. Putin pronto a schierare sottomarini con armi nucleari

Cosa succede tra Russia e Ucraina: la diretta della guerra, approfondimenti e ultime notizie sull'invasione e i bombardamenti in corso del 19 febbraio

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Giorno 361 della guerra in Ucraina. A pochi giorni dall’anniversario dell’invasione del Paese da parte della Russia, è atteso l’annuncio di una nuova escalation da parte del Cremlino, con il possibile ingresso nel conflitto di alleati di Mosca come la Bielorussia. Nel mentre aumenta la tensione tra il blocco occidentale e Vladimir Putin, e la prospettiva della pace sembra allontanarsi con ogni settimana che passa.
Il ministro degli Esteri Antonio Tajani invoca la creazione di una zona di sicurezza attorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia.

Il racconto della giornata

  1. Kiev: bombe su Dnipropetrovsk, centinaia di famiglie senza corrente

    Il governatore della regione di Dnipropetrovsk, Serhii Lysak, ha riferito che un bombardamento russo sulla comunità di Myrivska ha lasciato 350 abitazioni private senza elettricità. Lo riporta il Kyiv Indipendent.

  2. Farnesina: in contatto costante con i giornalisti bloccati

    “Siamo in contatto costante con i giornalisti italiani bloccati in Ucraina”. Lo afferma la Farnesina interpellata da LaPresse. Si tratta di Andrea Sceresini e Alfredo Bosco. “Stiamo seguendo la vicenda con l’ambasciata italiana a Kiev”, fa sapere il nostro ministero degli esteri. Sceresini e Bosco si trovano nella capitale ucraina, “liberi di muoversi ma con il divieto di raggiungere le zone del fronte”, spiega la Farnesina.

  3. Zelensky al Tg1: ora siamo molto più forti della Russia

    “Sicuramente non possono più andare oltre, non sono potenti come erano prima. Ora siamo molto più forti di loro”. Lo dice in un’intervista esclusiva al Tg1 il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, rispondendo alla domanda se tema una nuova offensiva russa. “Noi sappiamo che se perdiamo perdiamo tutto, le case, i figli, i genitori. Quindi per noi non importa se è un’invasione vecchia o nuova. Dopo quello che è accaduto il 24 febbraio dello scorso anno non ci sono altri compromessi. È stato violato il diritto internazionale, tutto quello che di umano poteva esserci è stato violato. Noi non abbiamo paura di loro. Nessuno ha paura di loro, ma non sta andando secondo i loro piani”.

  4. Russia aumenta produzione missile ipersonico Kinzhal

    La Russia ha aumentato la produzione di missili da crociera ipersonici Kinzhal, lo scrive il Jerusalem Post citando la società di difesa statale Rostec. “E’ entrato in produzione molto tempo fa, inizialmente non avevamo bisogno di una tale quantità. Ora stiamo aumentando”, ha riferito il CEO di Rostec Sergey Chemezov in un’intervista al canale
    televisivo Zvezda Plus. Chemezov ha affermato che la compagnia di difesa ha aumentato di 50 volte la produzione di alcune munizioni. Il Kh-47M2 Kinzhal è un missile ipersonico lanciato dall’aria tipicamente caricato su aerei da guerra MiG-31K specializzati. I MiG-31K sono stati visti in Bielorussia in missioni di addestramento negli ultimi mesi, così come a Kaliningrad a seguito delle tensioni con la Lituania. Il missile ipersonico, in grado di lanciare testate convenzionali e nucleari ad alta velocita’ eludendo i moderni sistemi di difesa aerea, sarebbe stato utilizzato per la prima volta per colpire una posizione ucraina all’inizio della guerra.

  5. Rapporto Usa: oltre 6mila bambini ucraini nei campi di rieducazione in Russia

    A rivelarlo è una ricerca dello Yale Humanitarian Research Lab, finanziato dal Dipartimento di Stato americano. Alcuni campi avrebbero fornito anche addestramento militare a bambini di 14 anni. Ma l’ambasciata russa a Washington replica che Mosca fa del suo meglio “per mantenere i minorenni nelle famiglie e, in caso di assenza o morte di genitori e parenti, per trasferire gli orfani sotto tutela”.

  6. Putin pronto a schierare navi e sottomarini con armi nucleari
    Cresce l’allarme per una nuova, imminente, offensiva russa su larga scala. Mosca ha iniziato a dispiegare navi tattiche con armi nucleari nel Mar Baltico, come ha affermato il servizio di intelligence norvegese nel suo rapporto annuale. Ed emerge anche che il Cremlino starebbe ammassando caccia al confine con l’Ucraina
  7. Moldavia, filorussi in piazza contro il governo

    Migliaia di manifestanti si sono radunati oggi a Chisinau, capitale della Moldavia, per protestare contro il nuovo governo filo-occidentale di Dorin Recean, nato dopo le dimissioni della premer Gavrilita. Alcuni dei presenti hanno chiesto le dimissioni della presidente del Paese, Maia Sandu. I manifestanti chiedevano al governo di coprire interamente le bollette del riscaldamento dei cittadini. La protesta è stata organizzata da un gruppo di recente formazione chiamato Movimento per il Popolo, e sostenuto da membri del partito filorusso Shor, che detiene 6 seggi al parlamento su 101.

  8. Ucraina, Musk limiterà uso rete internet Starlink per scopi militari

    Il servizio internet satellitare di SpaceX, che ha fornito all’esercito ucraino comunicazioni a banda larga per difendersi dalle forze armate russe, “non è mai stato pensato per essere utilizzato come arma”, ha dichiarato la presidente Gwynne Shotwell.

  9. Ucraina, russi bombardano località in regione Kharkiv: 3 morti
    Tre persone sono morte in un bombardamento russo sul villaggio di Burgunka, nella regione meridionale di Kharkiv. Lo ha annunciato l’amministrazione militare di Kherson su Telegram, precisando che l’attacco è stato sferrato con “massiccio fuoco di artiglieria”. Uno dei proiettili ha colpito il cortile di un’abitazione, uccidendo tre persone e ferendone cinque, quasi tutti membri della stessa famiglia.
  10. Mosca: un Paese europeo ha fornito materiale radioattivo a Kiev

    Contenitori con sostanze radioattive sono stati consegnati all’Ucraina dal territorio di un Paese europeo per inscenare la contaminazione locale di un’area in una delle regioni controllate da Kiev, dando poi la colpa alla Russia. È quanto ha affermato il ministero della Difesa russo, come riporta la Tass. Secondo Mosca, Kiev vuole preparare “una provocazione” in vista della sessione speciale dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per “accusare la Russia di aver violato gli obblighi della Convenzione sulla sicurezza nucleare durante l’operazione militare speciale”. Lo scopo della provocazione, sempre secondo il ministero, è quello di accusare le forze armate russe di aver effettuato “attacchi indiscriminati” su strutture ucraine a rischio di radiazioni, che avrebbero portato alla fuoriuscita di sostanze radioattive e alla contaminazione dell’area

  11. Francia: entro fine prossima settimana i primi carri leggeri a Kiev

    La Francia ha annunciato oggi che inizierà a consegnare i veicoli blindati AMX-10, carri armati leggeri, che ha promesso all’Ucraina. Il ministro della Difesa Sebastien Lecornu, parlando a Le Parisien, ha affermato che l’addestramento degli equipaggi ucraini sull’AMX-10 è “quasi completato” e i primi veicoli sarebbero stati inviati “entro la fine della prossima settimana”.

  12. Ucraina, Blinken: la Cina fornirà armi alla Russia
    La Cina ha in programma di fornire armi alla Russia per sostenere la sua offensiva in Ucraina: lo ha detto il segretario di Stato americano Antony Blinken, dopo avere incontrato ieri l’alto diplomatico cinese Wang Yi a Monaco. “Abbiamo parlato della guerra della Russia e delle preoccupazioni che abbiamo riguardo al fatto che la Cina ha in programma di fornire sostegno letale alla Russia”, ha detto Blinken in un’intervista alla CBS. A una domanda più precisa su che cosa questo avrebbe implicato concretamente, il capo della diplomazia americana ha risposto: “principalmente, delle armi”.
  13. Kadyrov: "Creerò una compagnia di mercenari simile alla Wagner"

    Ramzan Kadyrov, capo della Repubblica cecena dal 2007, ha annunciato di voler creare una compagnia militare simile al gruppo Wagner: “Quando il mio servizio allo Stato sarà completato, ho seriamente in programma di competere con il nostro caro fratello Yevgeny Prigozhin (il capo del gruppo Wagner, ndr) e creare una compagnia militare privata. Penso che tutto funzionerà”.

  14. Kiev: "Aspettiamo Giorgia Meloni"

    “Aspettiamo la Meloni e saremo molto lieti di accoglierla. Siamo grati di quello che lei, il governo e tutto il popolo italiano stanno facendo per il supporto ed il sostegno all’Ucraina”. Lo ha detto Daria Zarivna, consigliera presidenziale ucraina, nel corso di un’intervista a ‘Mezz’ora in più’. “Penso che l’Italia continuerà con il suo impegno”, ha aggiunto Zarivna, secondo la quale “gli aiuti all’Ucraina” vanno considerati “come un investimento” per la sicurezza italiana.

  15. Passava informazioni ai russi, arrestata donna ucraina

    Avrebbe fornito ai russi alcune informazioni in merito alla posizione di scuole e infrastrutture strategiche nella regione di Donetsk. Con questa accusa è stata arrestata una donna ucraina. La notizia, fornita dal servizio di sicurezza dell’Ucraina (Sbu), è riportata dall‘agenzia Unian.

  16. antonio-tajani
    Tajani: "Vogliamo pace e giustizia. Che l'Ucraina rimanga integra"
    “Vogliamo che ci sia la pace in Ucraina, ma non si può avere pace senza giustizia. Vogliamo l’indipendenza per l’Ucraina e anche la sua integrità“. Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani a Monaco nel corso di un panel della Conferenza sulla sicurezza”.
    Tajani ha inoltre ricordato che nella guerra in Ucraina c’è un rischio nucleare. E per questo motivo l’Italia chiede la creazione di una zona di sicurezza attorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia: “Questo dovrebbe essere il primo punto per la pace, creare una zona di sicurezza e fermare la battaglia attorno a Zaporizhzhia dove c’è una situazione molto pericolosa per tutti”.
  17. L'allarme di Borrell: "L'Ucraina non ha abbastanza munizioni"

    L’Alto rappresentante per gli Affari Esteri dell’Unione europea, Josep Borrell, alla Conferenza della Sicurezza a Monaco, ha affermato: “Zelensky e l’Ucraina non hanno abbastanza munizioni, ma hanno abbastanza motivazione. Devono essere riforniti meglio. Questa guerra avviene sul territorio europeo e ha conseguenze per la nostra sicurezza. Dobbiamo rafforzare la difesa dell’industria. Dobbiamo produrre più munizioni anche per tutti noi. La priorità deve restare l’Ucraina. Non vanno confusi gli obiettivi di breve e medio termine. A brave termine la priorità sono le munizioni per l’Ucraina”.

  18. Il ministro ucraino Koleba a Monaco chiede l'inizio degli addestramenti

    In una conferenza stampa a margine del vertice di Monaco, il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha chiesto agli alleati di iniziare subito ad addestrare i piloti e i militari. Al contrario le forniture di armi in arrivo dal blocco occidentale si riveleranno essere solo “una perdita di tempo”. Il rappresentante del governo di Kiev ha ricordato “un anno fa gli interlocutori di Monaco mi dicevano che non avremmo resistito per oltre 48 ore, che non saremmo sopravvissuti”. Dichiarazioni smentite poi dai fatti. “Se state con noi, vinceremo. Non c’è niente di impossibile, lo abbiamo dimostrato tante volte durante questo lungo anno”.

  19. Migliaia di bambini ucraini nei campi di rieducazione in Russia

    Secondo fonti americane, ci sarebbero almeno 6 mila bambini ucraini nei campi di rieducazione in Russia. Lo rivela una ricerca dello Yale Humanitarian Research Lab, in cui viene evidenziato che in alcuni centri sarebbe stato fornito addestramento militare ai 14enni strappati dalle proprie famiglie nel Paese occupato. L’ambasciata russa di Washington ha però spiegato che i minorenni rimarrebbero con i genitori e i parenti, e solo gli orfani finirebbero in strutture statali.

Le forniture di caffè per la tua azienda

,,,,,,,,