,,

Guerra Israele-Hamas, ultime news di oggi: gli Usa "ottimisti" sul colloquio per la liberazione degli ostaggi

Il conflitto tra Israele e Hamas a Gaza è arrivato al giorno 102, strage di civili: il bilancio di morti e feriti

Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

La guerra tra Israele e Hamas arriva al suo 102esimo giorno. Secondo il ministero della Sanità di Hamas, nella la Striscia di Gaza, i morti palestinesi sarebbero oltre 24 mila di cui 8 mila bambini e i feriti 53 mila dall’inizio delle operazioni militari. Israele conta invece 1.150 morti tra le proprie file.

Sono morti due dei tre ostaggi israeliani del video diffuso da Hamas, Yossi Sharabi e Itay Svirsky, come dichiarato nelle nuove immagini che mostrano Noa Argamani, l’unica sopravvissuta del trio. Hamas ha rivendicato l’attentato terroristico compiuto a a Raanana, nel centro di Israele, che ha causato un morto e 17 feriti.

Resta caldo anche il fronte del Mar Rosso dopo i recenti raid aerei americani contro postazioni dei ribelli Houthi yemeniti: oggi riunione del Consiglio di sicurezza Onu sullo Yemen.

Nella Striscia di Gaza manca l’accesso a internet da più di 96 ore. Si tratta del più lungo blackout da quando è iniziata la guerra.

Il racconto della giornata

  1. Conferma di Netanyahu su accordo con Hamas su aiuti

    L’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu ha confermato il successo della mediazione per un accordo con Hamas sul trasferimento di medicinali agli ostaggi, poco dopo l’annuncio del Qatar. Netanyahu ha espresso apprezzamento per coloro che hanno contribuito, assicurando che Israele garantirà che i farmaci raggiungano la loro destinazione.

  2. Qatar: "Accordo Israele-Hamas per aiuti umanitari a Gaza"

    Il Qatar ha dichiarato che c’è un accordo tra Israele e Hamas per consentire l’ingresso di aiuti umanitari a Gaza in cambio di forniture mediche per gli ostaggi israeliani.

  3. diretta hamas israele
    Casa Bianca: "Ottimisti sulla liberazione dei prossimi ostaggi"

    “Non voglio dire troppo pubblicamente visto che i colloqui sono in corso, ma speriamo che possano dare i loro frutti, e presto”, così il portavoce per la sicurezza nazionale americana John Kirby si dice “ottimista” a seguito dei colloqui per il rilascio dei prossimi ostaggi da parte di Hamas. Lo ha riferito durante un colloquio con i media.

  4. Le Brigate Qassam a Gaza City

    Le Brigate Qassam, nucleo armato di Hamas, hanno rivendicato un attacco contro l’esercito israeliano a Gaza City e hanno dichiarato di aver ucciso diversi soldati. Lo riporta ‘Al Jazeera’.

  5. Missile contro Israele, la rivendicazione dell'Iraq

    La Resistenza Islamica in Iraq rivendica il lancio di un missile in Israele. La notizia è riferita da ‘Al Jazeera’ nella sua edizione online.

  6. Parte della città di Khan Yunis evacuata dall'esercito israeliano

    Secondo le fonti locali, l’esercito israeliano ha ordinato l’evacuazione di parte della città di Khan Yunis, a sud di Gaza. La popolazione avrebbe ricevuto dei volantini che comunicano che il settore sud è ora zona di guerra. Gli abitanti dovranno spostarsi a Rafah.

  7. L’esercito americano ha lanciato di nuovo quattro missili contro gli Houti

    L’esercito americano ha effettuato oggi un nuovo attacco nello Yemen contro quattro missili balistici antinave Houti. Lo riporta Reuters nel suo sito citando due funzionari statunitensi. Secondo una delle due fonti i missili colpiti erano pronti ad attaccare le navi nella regione. L’attacco statunitense è avvenuto dopo che ieri le forze Houti avevano colpito il mercantile americano Gibraltar Eagle con un missile balistico.

  8. Sullivan: "Impegnati per contenere il conflitto, Houti non possono fermare commercio"

    Gli Usa “cercano di fermare la diffusione del conflitto” in Medio Oriente e “puntano a creare le condizioni per una de-escalation”. Lo ha detto il consigliere nazionale per la Sicurezza americano, Jake Sullivan, intervenendo al World Economic Forum. “Il mondo deve rifiutare l’idea che un gruppo come gli Houti possa mettere in ginocchio il commercio mondiale”, ha aggiunto Sullivan.

  9. Houti rivendicano attacco contro nave greca

    Gli Houti hanno rivendicato l’attacco compiuto delle scorse ore nel Mar Rosso contro una nave greca. Il portavoce dei ribelli yemeniti, Yahya Saree, ha dichiarato in tv che sono stati lanciati missili contro la portarinfuse ‘Zografia’, battente bandiera di Malta, che era diretta nella “Palestina occupata” e che aveva ignorato le richieste degli Houthi di non recarsi in Israele.

  10. Niente internet: a Gaza il più lungo blackout dall’inizio della guerra

    Nella Striscia di Gaza manca l’accesso a internet da più di 96 ore. Lo ha indicato Netblocks, organizzazione che monitora la connettività internet nel mondo, secondo cui si tratta del periodo di blackout più lungo dall’inizio della guerra. In un post sul social X, Netblocks ha sostenuto che gli abitanti di Gaza “non sono in grado di contattare il mondo esterno” dal 12 gennaio.

  11. Reuters: nuovi raid Usa contro Houti

    Secondo l’agenzia di stampa Reuters gli Stati Uniti avrebbero condotto nuovi strike contro le postazioni Usa che in mattinata avevano colpito un cargo greco.

  12. Israele, raid sud Libano contro obiettivi Hezbollah

    Le forze armate israeliane hanno compiuto un attacco combinato in profondità nel sud del Libano, a oltre 20 km dal confine, nell’area di Wadi Saluki, prendendo di mira obiettivi di Hezbollah. “Decine di avamposti, strutture militari e magazzini di armi” sono stati colpiti nel giro di breve tempo con raid aerei e colpi di artiglieria, ha fatto sapere l’Idf.

  13. Gaza invivibile
    Ue, Gaza invivibile: sfollato l’85% della popolazione

    “Gli attori umanitari hanno già descritto Gaza, dove il 60% degli alloggi e delle infrastrutture è distrutto, come un posto inabitabile, mentre Israele continua a mantenere il suo obiettivo militare di distruggere Hamas. E’ necessaria una pausa umanitaria, ora. La situazione si aggrava di giorno in giorno con l’85% della popolazione che è sfollata, che spesso vive all’aperto e deve affrontare il rischio di carestie e malattie”. Lo ha dichiarato il commissario europeo per la gestione delle crisi, Janez Lenarcic, nel dibattito in plenaria al Parlamento europeo sulla situazione a Gaza.

  14. Riad: “Riconosceremo Israele se risolve la questione palestinese”

    L’Arabia Saudita potrebbe riconoscere Israele come parte di un accordo più ampio dopo la risoluzione del conflitto palestinese. Lo ha detto il ministro degli Esteri saudita, Faisal bin Farhan, durante un panel al World Economic Forum di Davos. Alla domanda se l’Arabia Saudita potrebbe riconoscere Israele come parte di un accordo più ampio dopo la risoluzione del conflitto palestinese, il ministro degli Esteri saudita ha risposto “certamente”.

  15. Germania condanna gli attacchi dell’Iran

    “La Germania condanna fermamente gli irresponsabili attacchi missilistici iraniani di ieri sera su Erbil . Violano l’integrità territoriale dell’Iraq e mettono a repentaglio la stabilità dell’intera regione. I nostri pensieri sono con le famiglie delle vittime”. Lo scrive il ministero degli Esteri tedesco.

  16. Israele contro Hezbollah: "In sud Libano uno dei maggiori attacchi della guerra"

    “E’ stato uno dei maggiori attacchi condotti dall’inizio della guerra. Ed è stato completato in pochi minuti”. Così un ufficiale del comando nord di Israele, citato dai media, ha definito l’ operazione combinata tra artiglieria e aviazione scatenata oggi nel sud del Libano contro obiettivi degli Hezbollah. L’attacco – avvenuto dopo i ripetuti lanci da oltre confine – ha colpito decine di postazioni dei miliziani sciiti nel Wadi Saluki, nel Libano meridionale. 

  17. Nave mercantile greca colpita da un missile al largo dello Yemen, nel Mar Rosso

    Una nave mercantile greca è stata colpita da un missile al largo dello Yemen, Lo ha riferito la società  britannica di sicurezza marittima Ambrey. “Un cargo battente bandiera maltese e di proprietà greca è stato preso di mira e colpito da un missile mentre transitava nel Mar Rosso meridionale in direzione nord”, ha precisato Ambrey. Secondo l’agenzia di stampa greca Ana-mpa, la nave portarinfuse, di nome Zografia, è stata colpita da un missile mentre transitava nella zona del Mar Rosso a 76 miglia nautiche a nord-ovest del porto yemenita di Saleef. Il colpo ha causato gravi danni alla nave, che al momento non ne pregiudicano la navigabilità. L’equipaggio, composto da 24 persone, si trova in buone condizioni di salute. Lo ha riportato un portavoce di Vulcanis Technical Maritime Enterprises, la compagnia proprietaria della nave cargo.

  18. Colloquio fra Tajani e Baerbock: "Serve sicurezza marittima"

    “Ho appena concluso una telefonata con la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock. Focus su situazione nel Mar Rosso e in Medio Oriente: fondamentale sicurezza marittima per cui l’Italia è in prima fila, stabilità della regione anche attraverso definizione di un percorso per la pace a Gaza”. Lo scrive il vicepremier e ministro degli Esteri, Antonio Tajani.

  19. Israele, altro soldato morto a Gaza, bilancio ora a 190

    Israele ha annunciato la morte di un altro soldato che era stato ferito in combattimento lo scorso 29 dicembre nella parte centrale di Gaza. Lo ha comunicato il portavoce militare secondo cui si tratta del riservista Noam Ashram (37 anni). Il bilancio dei soldati uccisi in battaglia, dall’avvio delle operazioni nella Striscia, è salito così a 190.

  20. Sale il numero dei morti a Gaza

    Il Ministero della Sanità nella Striscia di Gaza, guidato da Hamas, ha aggiornato a 24.285 il numero delle persone uccise nell’enclave palestinese dal 7 ottobre 2023.

  21. Israele, arrestati 27 sospetti di terrorismo in Cisgiordania

    L’esercito israeliano ha arrestato 27 persone in Cisgiordania nel sospetto di coinvolgimento in atti di terrorismo. Lo riferisce l’Ansa.

  22. Salva di razzi da Gaza, colpita cittadina di Netivot

    Una cinquantina di razzi sono stati sparati oggi dal nord della Striscia di Gaza in direzione della cittadina israeliana di Netivot, che dista 15 chilometri. Secondo la radio militare, citata dall’Ansa, diversi razzi sono stati intercettati dai sistemi di difesa Iron Dome, ma uno è esploso egualmente nella città distruggendo un negozio. Non si segnalano vittime.

  23. Israele, altro soldato ucciso a Gaza, bilancio ora a 189

    Israele ha annunciato la morte di un altro soldato caduto in combattimento nel sud di Gaza. Lo ha fatto sapere il portavoce militare, citato dall’Ansa, aggiungendo che si tratta del riservista Nitzan Schessler (21 anni). Il bilancio dei soldati uccisi – dall’inizio dell’operazione di terra – è ora di 189.

  24. Israele: Noa è viva, non abbiamo colpito casa con ostaggi

    L’esercito israeliano ritiene che Noa Argamani, la 26enne ostaggio a Gaza apparsa in tre video pubblicati da Hamas, sia viva, riferisce Times of Israel, citato dall’Ansa. Il portavoce militare ha dichiarato che l’affermazione di Hamas, secondo cui i militari hanno colpito un edificio dove erano tenuti i 3 ostaggi (Itay, Yossi e Noa), uccidendo i primi due, è falsa: “Itay non è stato ucciso da noi, è una bugia. L’edificio in cui erano prigionieri non è stato attaccato. Non colpiamo se sappiamo che ci sono ostaggi. Abbiamo colpito obiettivi vicini a quel luogo, le famiglie informate della preoccupazione sulla loro sorte”.

  25. Iran lancia attacchi missilistici in Iraq e Siria

    Nella notte una serie di missili balistici iraniani ha colpito Erbil, nel Kurdistan iracheno, e una località non precisata della Siria, in quella che i Guardiani della Rivoluzione hanno definito una rappresaglia contro “nuclei di terroristi anti-iraniani”. A Erbil sarebbe stata presa di mira una centrale di spionaggio del Mossad israeliano, le autorità curde riferiscono di 4 morti e 6 feriti nel raid, mentre in Siria sarebbero state colpite basi dell’Isis.

  26. Guerra Israele-Hamas, ultime news di oggi: attacco a un'ambulanza a Gaza, Aja apre processo per genocidio
    La mappa del conflitto
  27. Nel 101esimo giorno di guerra tra Hamas e Israele c’è stato un attentato terroristico rivendicato da Hamas a a Raanana nel centro di Israele, con un’auto lanciata sulla folla, che ha provocato un morto e 17 feriti.

    Proseguono i bombardamenti israeliani nella Striscia di Gaza, almeno 130 le vittime registrate nelle ultime 24 ore. Morti due dei tre ostaggi israeliani apparsi nel video diffuso da Hamas.

,,,,,,,,