,,

Criptovalute, identificato autore di una frode da 120 milioni

Sarebbe un fiorentino di 34 l'autore di una frode di 120 milioni di euro

L’autore del “più grande attacco cyber-finanziario in Italia, uno dei più grandi mai realizzati nel mondo nel settore delle criptovalute”, è stato identificato dalla polizia. Secondo quanto riporta l’Ansa, è un uomo fiorentino di 34 anni, che avrebbe generato un “buco” di 120 milioni di euro hackerando la piattaforma informatica Bitgrail.

Le accuse nei confronti dell’uomo sono di frode informatica, auto-riciclaggio e bancarotta fraudolenta. Per la polizia postale italiana, si tratta di “una pietra miliare a livello mondiale nel settore delle indagini sulle criptovalute, con un’indagine unica nel suo genere ad alto impatto tecnologico”.

Grazie alla collaborazione tra polizia postale e guardia di finanza, l’uomo è stato identificato e nei suo confronti sarà eseguita una misura cautelare del divieto di esercitare attività d’impresa e di ricoprire uffici direttivi di imprese, emessa dal giudice per le indagini preliminari.

Secondo gli investigatori, l’uomo – che ricopre il ruolo di amministratore di una società italiana che gestisce una piattaforma di scambio di criptovalute – sarebbe responsabile di una frode del valore di 120 milioni di euro.

La polizia postale ha sottolineato: “Per la prima volta in Italia e in Europa si sono documentate condotte fraudolente e distrattive in danno di investitori, poste in essere integralmente su piattaforme informatiche e l’impiego di monete virtuali”.

VirgilioNotizie | 21-12-2020 09:32

polizia Fonte foto: 123RF
,,,,,,,