,,

Covid, quando si vaccinerà senza limiti d'età e prenotazione

Il generale Figliuolo ha suggerito l'idea di procedere senza fasce d'età e prenotazione superato un determinato obiettivo della campagna vaccinale

La via tracciata dal generale Figliuolo è chiara: messi in sicurezza gli over 65 e le persone fragili, l’intenzione del commissario per l’emergenza è di procedere senza limiti di fasce d’età e senza nemmeno le prenotazioni. Se nella prima fase della campagna vaccinale le prenotazioni sono state essenziali per dare la precedenza alla popolazione più a rischio, per il generale Figliuolo l’obiettivo è arrivare al punto di “dire a tutti quelli che hanno più di 30 anni: andate e vaccinatevi”.

Dopo gli over 65, vaccinazioni aperte a tutti: l’idea di Figliuolo

In un’intervista rilasciata al quotidiano Repubblica, Figliuolo ha illustrato chiaramente la sua idea, seppur precisando che non si tratta di una vera e propria direttiva ma piuttosto di un’indicazione, “ancora non condivisa da chi prenderà la decisione finale”.

“Quando gli scienziati ci diranno che l’incidenza della malattia non è rilevante per le diverse fasce d’età – ha sottolineato Figliuolo – vorrei che si dicesse: chi ha più di 30 anni si presenta e si vaccina”.

La priorità, lo ha ricordato il commissario, resta sempre coprire gli over 65 e le fasce più fragili. Dopodiché, si potrà procedere alle vaccinazioni per i giovani. E proprio su questo punto, Figliuolo ha spiegato che si sta pensando a una soluzione per coloro che nel periodo estivo andranno in vacanza e non vogliono essere vincolati alla chiamata per il vaccino. La soluzione, al momento, sembra essere di ricorrere a “strutture presso centri montani o estivi“.

Dopo il traguardo delle 500mila dosi, ora si guarda al futuro

Al primo maggio, sono 20.111.976 le dosi somministrate in Italia, mentre sono 6.027.879 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Il 29 aprile è stato una data importante per la campagna in Italia: finalmente è stato raggiunto l’agognato obiettivo delle 500mila somministrazioni in 24 ore, un target che è stato rispettato anche il 30 aprile. Motivo per cui è fondamentale, adesso, guardare alle prossime settimane per migliorare ancora di più la copertura delle vaccinazioni.

Come si potrà arrivare a questo ulteriore traguardo? Figliuolo, nell’intervista a Repubblica, ha affermato: “In Italia c’è tutto, grazie a Speranza abbiamo accordi con i medici di famiglia. Hanno aderito 30mila, con 10 fiale al giorno siamo a 300mila. Poi ci sono 10mila farmacie. E 60mila dosi le possono fare i dentisti”.

Ma una significativa spinta potranno offrirla anche le aziende: “A parità di buona salute, nessuno si scandalizza se una persona di 38 anni che lavora alle presse o nel turismo arriva prima di una di 54 perché la sua azienda è stata più veloce. Lo proporrò al presidente del Consiglio. Speriamo di arrivare a fine maggio all’obiettivo”.

VirgilioNotizie | 02-05-2021 07:00

Covid, vaccinati senza mascherina? Cosa dicono gli esperti Fonte foto: ANSA
Covid, vaccinati senza mascherina? Cosa dicono gli esperti
,,,,,,,