,,

Covid, "strascichi a distanza di mesi": l'allarme della biologa

La biologa Barbara Gallavotti ha spiegato che una persona su 20 accusa strascichi sulle capacità mentali a distanza di mesi dalla guarigione

Dal Covid si può guarire, ma c’è il rischio di portarsi dietro cicatrici anche a distanza di mesi. L’allarme lo ha lanciato la biologa Barbara Gallavotti durante la trasmissione Dimartedì, in onda su La7: “Il Covid – ha detto – può influire sulle nostre capacità mentali. Molte persone lamentano a settimane o mesi di distanza dal giorno in cui sono state ufficialmente guarite”.

Covid, strascichi sulle capacità mentali: riguardano 1 su 20

Il riferimento è a “una sorta di nebbia mentale, difficoltà di concentrarsi, di memoria, stanchezza“. Si tratterebbe, ha spiegato l’esperta, di quegli “strascichi a medio e lungo termine che vengono registrati abbastanza di frequente: sembra che riguardino una persona su 20 di quelle che hanno manifestato la malattia”.

Le persone a soffrirne sarebbero soprattutto quelle che non hanno manifestato la malattia in maniera particolarmente grave, ma che hanno comunque avuto sintomi diversi come febbre, tosse e difficoltà a respirare: “Spesso sono persone giovani, con un’età compresa tra i 18 e i 49 anni”.

Covid, quanto è cambiato l’indice di letalità dalla prima ondata e perché

Nel corso della trasmissione, Barbara Gallavotti ha poi spiegato quanto sia cambiato l’indice di letalità in Italia per quel che riguarda il coronavirus.

“L’unica cosa che possiamo calcolare con precisione – ha premesso – è il numero di vittime rispetto al numero di persone infettate che conosciamo. Nella prima ondata la letalità è stata pari al 13% perché c’erano pochi asintomatici noti”.

Oggi, anche se la seconda ondata non è finita, “il numero è tra l’1% e il 2% dei contagiati“.

Covid, le misure di contenimento stanno funzionando?

Quindi, un passaggio sulle misure adottate dal governo tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. “Possiamo esprimere un cauto ottimismo – ha detto la Gallavotti -: se guardiamo come sono andate le curve in Francia, Germania e Italia tra il 24 e il 29 ottobre, quando le misure sono state annunciate, tutte e tre salivano tutte in maniera evidente”.

“Le misure – ha aggiunto – sono state attuate e per qualche tempo la curva ha continuato a progredire. Ma poi si è iniziato a vedere l’effetto delle misure. In Francia oggi si registra un calo, la nostra curva sta in qualche modo rallentando“.

VIRGILIO NOTIZIE | 18-11-2020 09:29

Long Covid, la sindrome del post guarigione: quali sono i sintomi Fonte foto: Ansa
Long Covid, la sindrome del post guarigione: quali sono i sintomi
,,,,,,,