,,

Costi PMI, Selectra: il prezzo energia aumenta del 210%

Selectra traccia un quadro chiaro dei costi sulla bolletta dell’energia per le PMI dopo la pandemia e con il ritorno negli uffici

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Nel 2021, con le nuove misure per contrastare la pandemia, il numero dei dipendenti in smart working si è progressivamente ridotto. Sono infatti passati dai 5,37 milioni a marzo a 4,71 milioni a giugno, con un calo più consistente nel settore pubblico (1,08 milioni), seguito dalle microimprese (1,02 milioni), dalle PMI (730 mila) e dalle grandi aziende (1,88 milioni). I lavoratori “agili” sono inoltre scesi a 4,07 milioni nel terzo trimestre, segnando un graduale ritorno in ufficio.

Sono tante le PMI italiane che hanno riaperto le proprie sedi, trovandosi a fare i conti con i costi di gestione. Per alcune aziende, in particolare, il rientro è stato spiacevole, soprattutto a causa delle bollette dell’energia.

A fare un punto sulla questione e sul mercato dell’energia è Selectra, servizio gratuito che confronta le offerte di luce, gas e internet. Gli importi che le PMI italiane si sono ritrovate negli ultimi mesi del 2021 nella bolletta di energia elettrica infatti sono aumentati a causa della crescita vertiginosa dei prezzi dell’energia all’ingrosso. Un rialzo che ha provocato una stangata a partire da questo autunno, nonostante le manovre straordinarie attuate dal Governo per abbassare le quote degli oneri di sistema.

A rendere la situazione ancora più complessa la fine del Mercato di Maggior Tutela. Le PMI che a gennaio 2021 non hanno scelto un fornitore sul Mercato Libero infatti sono passate automaticamente al Servizio a Tutele Graduali e dal 1 luglio 2021 sono state assegnate ad uno dei venditori selezionati attraverso procedure concorsuali. Ciò significa che molte PMI potrebbero aver perso il loro storico fornitore, trovandosi con costi variati in bolletta.

Quanto costa per le PMI il back to office

Per le PMI con un ufficio di 20-25 dipendenti e un consumo di 10.000 kWh/anno, Selectra ha calcolato un costo dell’energia nel primo trimestre 2020 pari a 228 euro/trimestre sul Mercato Tutelato. Al rientro in ufficio a settembre 2021, le PMI si sono ritrovate di fronte ad una spesa per la materia prima energia che ammonta a 330 euro/trimestre (+45% rispetto al Q1 del 2020) per chi è già passato al Mercato Libero e di 358 euro/trimestre (+57%) per chi non ha fatto il cambio e si è ritrovato nel Servizio a Tutele Graduali. Nel quarto trimestre 2021, questa voce in bolletta ha subito un nuovo aumento, si parla già di 452 euro/trimestre per chi è nel Libero (+98% rispetto a Q1 del 2020) e di 651 euro/trimestre per il Servizio a Tutele Graduali (+185%).

Secondo le stime effettuate da Selectra, la bolletta mensile a novembre 2021 per queste PMI, si aggira intorno ai 197 euro/mese per il Mercato Libero e 263 euro/mese per il Servizio a Tutele Graduali, IVA esclusa. L’aumento del prezzo dell’energia e la differenza tra Mercato Libero e il Servizio a Tutele Graduali sono evidenti considerando le bollette di una PMI più grande, con 75-100 dipendenti e consumi di 30.000 kWh/anno.

Selectra infatti sottolinea che, se nel primo trimestre del 2020 il costo della Materia Prima Energia per questi consumi era pari a 622 euro/trimestre, a luglio-settembre 2021 è utile considerare 920 euro/trimestre (+48%) per il Mercato Libero e 1054 euro/trimestre (+69%) per le Tutele Graduali. Riguardo gli ultimi 3 mesi del 2021 i costi salgono sino a 1290 euro/trimestre per il Libero (+107%) e a 1932 euro/trimestre (+210%) per il Servizio a Tutele Graduali.

Parlando dell’importato totale della bolletta elettrica dunque una PMI di queste dimensioni pagherà circa 513 euro/mese con Mercato Libero a novembre 2021, mentre con il Servizio a Tutele Graduali il costo mensile sarà di circa 727 euro, IVA esclusa. Scegliendo un’offerta sul Mercato Libero perciò le PMI potranno risparmiare circa il 22% in bolletta rispetto al Servizio a Tutele Graduali. Va infine specificato che il passaggio al Mercato Libero non comporta nessuna interruzione della fornitura e non comporta costi aggiuntivi per il cliente.

Contenuto offerto da Selectra.

selectra Fonte foto: Selectra
,,,,,,,