,,

Covid, tamponi al confine con la Francia: il patto con l'Italia

Il ministero della Salute sta predisponendo un accordo per i tamponi con la Francia in arrivo e in partenza

Tamponi al confine per i viaggiatori da e verso la Francia. Dopo i quattro Paesi più a rischio, Spagna, Croazia, Grecia e Malata, individuati già da settimane come fonte di casi di contagio da importazione, l’Italia pensa di proteggersi ancora di più visto l’aggravarsi dei contagi nel resto d’Europa, come riporta Repubblica.

Coronavirus, tamponi al confine con la Francia: l’accordo

A preoccupare particolarmente è la situazione sulla diffusione del coronavirus in Francia, con la quale si sta lavorando per un accordo che prevede di effettuare test ai cittadini che passano il confine, da una parte e dall’altra. Un patto di reciprocità tra Paesi a differenza di quanto fatto finora. Soluzione soluzione pensata non solo per i viaggi Oltralpe, ma anche per i movimenti di passeggeri con la Spagna.

Il provvedimento è annunciato dalla sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa: “C’è già un’interlocuzione avviata da ministro della Salute, Roberto Speranza, con il governo francese. Si sta valutando il tema della reciprocità. Non solo con la Francia, lo si sta immaginando anche con la Spagna, cioè tamponi di controllo in andata e uscita. Io credo che questa possa essere una scelta che tutela”.

Per la Francia le procedure saranno le stesse previste per gli altri i quattro Paesi europei. I viaggiatori che certificheranno di aver fatto il tampone con esito negativo nelle 72 ore precedenti dalla partenza potranno entrare in Italia. Coloro che arriva senza all’aeroporto o al confine dove sono predisposti i “drive-in”, potranno effettuare il tampone al momento oppure raggiungere la destinazione, mettersi in isolamento e avvertire la Asl per fare l’esame entro 48 ore.

Coronavirus, spostamenti tra regioni: la situazione tamponi

Il ministero della Salute sta lavorando anche sull’organizzazione del traffico interno con disposizioni da concordare con le Regioni. Da domani nei porti toscani di Piombino e Livorno saranno allestiti punti per fare i tamponi a chi rientra dalla Sardegna e parte per l’isola.

La decisione della Toscana arriva dopo la stessa presa dal Lazio, ma per la Regione del governatore Enrico Rossi i test saranno proposti, indipendentemente dalle destinazione e dalle zone di provenienza, anche nelle stazioni delle città più importanti.

VIRGILIO NOTIZIE | 31-08-2020 10:30

tampone Fonte foto: Ansa
,,,,,,,