,,

Coronavirus, controlli su bimbi a Roma. Nuovo caso sospetto

Sono in corso gli accertamenti sui due bimbi allo Spallanzani. Intanto, un nuovo caso sospetto di coronavirus è emerso in Puglia

Il ministero della Salute ha fatto sapere che due bambini tra i 56 italiani rimpatriati da Wuhan sono stati trasferiti a titolo puramente precauzionale all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per ulteriori accertamenti. I due bimbi, di 4 e 8 anni, sono stati accompagnati dal padre. Per il primo dei due bambini, il tampone ha dato esito negativo al test sul coronavirus. Si attendono i risultati del secondo test.

L’ultimo bollettino dello Spallanzani fa sapere che “sono in corso di effettuazione i test i cui esiti verranno dati non appena disponibili”. Poi la precisazione: “I bambini, che al ricovero presentavano un modesto rialzo termico, sono in buone condizioni generali. Sono assistiti, oltre che dalla nostra equipe, da personale specializzato dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, che ringraziamo”.

Nelle scorse ore, un altro dei 56 cittadini italiani rimpatriati da Wuhan e poi messo in quarantena alla Cecchignola era stato trasferito in via precauzionale all’Ospedale Spallanzani di Roma. Secondo una nota del ministero della Salute riportata da ‘Ansa’, si tratta di una donna “con sola congiuntivite“.

Il ministero ha riferito che la donna, “sebbene negativa al test di nuovo coronavirus 2019-nCoV, è stata trasferita, a titolo precauzionale, all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per ulteriori accertamenti”.

Coronavirus, altri 8 italiani tornati da Wuhan

Intanto, un aereo con a bordo 8 italiani, evacuati dalla Cina in seguito alla diffusione del Coronavirus, è atterrato a Pratica di Mare dopo lo scalo alla base Raf di Brize Norton, nell’Oxfordshire, in Inghilterra.

Tra gli italiani di ritorno da Wuhan non c’è lo studente 17enne di Grado, da giorni in attesa di essere evacuato ma bloccato in Cina per la febbre.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha scritto su ‘Facebook’: “Purtroppo ha registrato ancora un po’ di febbre e, malgrado sia risultato negativo ai test del Coronavirus per già due volte, non è potuto rientrare in Italia. Ho appena sentito la sua famiglia al telefono per rassicurarla del fatto che gli sarà dato tutto il supporto necessario. Ho sentito persone forti che chiedono solo di riabbracciare il proprio figlio”.

Il titolare della Farnesina ha poi aggiunto: “Al nostro ambasciatore a Pechino ho detto di assistere Niccolò e di dargli tutto l’aiuto di cui ha bisogno. In queste ore faremo ogni sforzo per riportare a casa Niccolò il prima possibile. Grazie a tutte le persone che stanno lavorando h24 per garantire ogni italiano all’estero e in patria”.

Secondo quanto riferito da ‘Ansa’, lo studente 17enne di Grado è stato riportato in albergo e “sta bene”. Chi l’ha sentito in queste ore ha fatto sapere che non manca la “delusione per l’intoppo”. Anche i suoi genitori, stando a quanto appreso, non sarebbero particolarmente preoccupati”.

Coronavirus, giovane di Taiwan positivo: è appena stato in Italia

Come riporta il ‘Corriere della Sera’, un ventenne di Taiwan trovato positivo al coronavirus è stato in vacanza in Italia dal 22 gennaio al 1° febbraio scorso.

Dalle indagini delle autorità italiane è risultato che il giovane ha viaggiato in Toscana con la propria famiglia.

Coronavirus, nuovo caso sospetto in Italia

Una insegnante salentina, tornata in Italia da Hong Kong con febbre e tosse persistente, è al Policlinico di Bari per scongiurare l’ipotesi di contagio da coronavirus. La donna è stata visitata al pronto soccorso di un ospedale della provincia di Lecce, e da lì i medici hanno optato per il trasporto all’ospedale di Bari dove saranno svolti gli accertamenti.

VIRGILIO NOTIZIE | 09-02-2020 11:49

Coronavirus, rimpatriati gli italiani da Wuhan Fonte foto: Ansa
Coronavirus, rimpatriati gli italiani da Wuhan
,,,,,,,