,,

Coronavirus, contagiato di Taiwan era stato in Italia: ecco dove

Il giovane è risultato positivo al coronavirus di ritorno a Taiwan dopo un viaggio in Italia

Il diciassettesimo caso di coronavirus a Taiwan, come annunciato ufficialmente dal ministro della Sanità di Taiwan Chen Shih-Chung, è un giovane di 20 anni che ha trascorso recentemente una vacanza con i genitori in Italia. Stando a quanto riporta il ‘Corriere della Sera’, secondo i responsabili sanitari taiwanesi che il 5 febbraio hanno ricoverato il 20enne in ospedale, prima per polmonite e poi per il virus dopo la conferma dei test, il giovane potrebbe essere stato contagiato sul volo di andata che ha fatto scalo a Hong Kong.

Le autorità italiane hanno fatto scattare gli accertamenti su tutto il territorio nazionale per ricostruire gli spostamenti del ragazzo e della sua comitiva di turisti, in modo da scongiurare il rischio di eventuali contagi nel nostro Paese.

20enne contagiato a Taiwan, dov’era stato in Italia

Secondo quanto riporta l’Ansa, il ragazzo che viaggiava insieme ai genitori è stato in Toscana per 4 giorni, dal 26 al 29 gennaio. Lo rende noto la Regione Toscana confermando che la famiglia di Taiwan è stata a Firenze, a Siena e a Pisa. In una nota si legge che la Regione “appena allertata dal ministero ha attivato la Asl che, a sua volta, ha inviato gli operatori” nella struttura ricettiva dove hanno soggiornato nel centro di Firenze dal 26 al 29 gennaio, “per i controlli del caso al personale della reception entrato in contatto con i turisti. A circa 10 giorni di distanza dalla partenza i controlli hanno dato esito negativo”.

“La Regione assicura il continuo raccordo con le autorità sanitarie nazionali” e le Asl. “In caso di febbre alta, considerato il periodo dell’anno caratterizzato da un normale picco di casi influenzali” il consiglio è “di restare in contatto con i medici di base” e “non intasare i Pronto soccorso”.

20enne taiwanese, l’ipotesi di contagio in Italia

L’ipotesi contagio viene ritenuta difficile, dal momento che, trascorsi 19 giorni dal loro arrivo e 9 dalla loro partenza, non sono stati segnalati altri casi a parte i ricoverati allo Spallanzani (tutti provenienti da Wuhan). L’incubazione dura 14 giorni.

Dalla testimonianza del ragazzo e dei parenti, come riferisce il ‘Corriere della Sera’, sembra che lui abbia cominciato ad avere i sintomi il 26 gennaio con tosse e, poi, il 28 con febbre. Il primo febbraio è tornato a casa, dove le sue condizioni sono peggiorate.

VIRGILIO NOTIZIE | 09-02-2020 11:26

Coronavirus, via ai controlli con i termoscanner a Fiumicino Fonte foto: Ansa
Coronavirus, via ai controlli con i termoscanner a Fiumicino
,,,,,,,