,,

Mattia (il paziente 1) racconta la sua storia. La testimonianza

Mattia, il paziente 1: "Sono arrivato a un passo dalla morte e sono risorto"

“Nel mio coma sognavo l’anticamera della morte. Ora davanti vedo il sole”. Mattia Maestri, noto anche come il paziente 1 di Codogno, si racconta in una lunga intervista a Repubblica.

“Questi due mesi – spiega – sono stati sconvolgenti, molto più che inimmaginabili, altro che un film. All’improvviso mi sono ammalato, sono arrivato a un passo dalla morte e sono risorto. Sono rimaste contagiate e sono guarite mia moglie e mia mamma. Il virus sconosciuto ha ucciso mio padre”.

È nata infine Giulia, la nostra prima figlia. Ho imparato a resistere e a credere nella differenza tra fiducia e utopia, a considerare essenziale ogni istante di normalità. La vita e la morte, senza offrirci l’opportunità di percepirlo, ogni giorno si sfiorano in silenzio attorno a noi”.

A due mesi esatti dalla scoperta della sua positività al coronavirus Mattia non si è ancora completamente ripreso, spesso è costretto a distendersi per riposare. Spiega però di accettare oggi di parlare “perché il mio caso può aiutare gli infettati a non mollare, i medici a continuare in un’impresa che rimette al centro il ruolo della scienza, i politici ad assumere decisioni coerenti con valori che pongano la vita sempre al primo posto”.

VirgilioNotizie | 21-04-2020 10:22

Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 20 aprile Fonte foto: ANSA
Coronavirus, il grafico della Protezione civile del 20 aprile
,,,,,,,