,,

Coronavirus, distrugge la sua pizzeria: "Grazie Covid"

Pizzaiolo deluso e arrabbiato dalle ingenti spese sostenute con il locale chiuso. Il video delle martellate è virale

Immagini che sono diventate virali sul web quelle di un ristoratore di Sassari che ha preso letteralmente a martellate la sua pizzeria al grido di “Grazie Covid!“. Una protesta ma forse qualcosa di più nei gesti di Gian Mario Fenu, detto Ciondolo, 59 anni, di Ploaghe (Sassari).

Dall’impossibilità di sostenere i costi di una pizzeria oramai chiusa da due mesi, Gian Mario Fenu, detto Ciondolo, 59 anni, di Ploaghe (Sassari), pizzaiolo fin da bambino, ha deciso di distruggere a colpi di martello il suo locale spiegando così il gesto: “A causa del Covid non ce la facevo a sostenere i costi, allora ho deciso di abbattere la struttura – ha detto all’Unione Sarda – Non ce l’ho con nessuno e non voglio lanciare nessun segnale politico. Molto semplice. Anzi, mi stupisce l’interesse che ha suscitato il mio video”.

“Ciondolo” ha anche un altro locale in provincia di Sassari, un bar, il Caffè San Pietro a cui, smaltita la rabbia, promette di non far fare la stessa fine: “Tranquilli quello non ho intenzione di distruggerlo e magari mi potrò preparare al meglio ai campionati mondiali dei pizzaioli ai quali ho partecipato gli anni scorsi, ottenendo lusinghieri piazzamenti” ha sottolineato all’Unione Sarda.

I piccoli ristoratori sono esasperati: non sanno se e quando potranno riaprire; sono spaventati dal “come”, in locali spesso non molto grandi e che non possono assecondare le linee guida che si stanno delineando per la riapertura. Problemi già sottolineati da molti chef stellati come Federico La Mantia , Alessandro BorgheseGianfranco Vissani.

VirgilioNotizie | 13-05-2020 13:28

Video Fonte foto: Ansa
,,,,,,,