,,

Coronavirus, dimessa una famiglia ricoverata per errore a Pavia

Confusione in laboratorio, quattro persone in ospedale per la febbre della figlia più piccola

Con il livello di guardia molto alto, “può succedere”. Questo il commento di Danila, ai microfoni dell’Ansa. È la madre di una famiglia residente a Miradolo Terme, ricoverata nei giorni scorsi al Policlinico San Matteo di Pavia, insieme al marito e alle due figlie. Risultavano tutti positivi al coronavirus, ma per errore. “Una dottoressa ci ha detto che c’è stato uno sbaglio in laboratorio. Non siamo arrabbiati, ma ci siamo presi un bello spavento”.

L’allarme era scattato dopo la febbre alta manifestata dalla figlia più piccola, di 13 anni. I primi esami, effettuati in casa dal pronto intervento, avevano accertato la positività di tutta la famiglia, immediatamente ricoverata nel reparto Malattie Infettive dell’ospedale.

La vicenda è stata raccontata anche su Facebook dalla stessa Danila, attraverso un post in cui ha riferito dell’errore in laboratorio, appreso “con immenso piacere e anche un po’ di ‘sbigottimento‘. Abbiamo in mano il foglio delle dimissioni con esito di tampone negativo. La febbre di nostra figlia è una forma influenzale. Grazie di cuore a tutti. Ci vediamo in giro”.

La madre lavora in un’azienda di Borghetto Lodigiano (al confine con la zona rossa), il padre è odontotecnico, la figlia di 13 anni frequenta la scuola media in paese.

La maggiore di 17 anni, invece, proprio ieri aveva inviato un messaggio vocale nella chat della classe del liceo di Sant’Angelo per rincuorare i suoi compagni, spiegando di ”non essere un’appestata” e dicendo di “non essere preoccupata”. Dunque, rivisto il numero di contagiati totale.

VIRGILIO NOTIZIE | 26-02-2020 15:03

Coronavirus, 10 comuni del Lodigiano in isolamento: le immagini Fonte foto: Ansa
Coronavirus, 10 comuni del Lodigiano in isolamento: le immagini
,,,,,,,