,,

Comunali, vacilla l'asse Pd-M5S. A Roma Gualtieri sfida Raggi

In crisi l'alleanza giallorossa: Pd e M5S correranno divisi a Roma, Milano e Torino

L’idea di una alleanza strutturale tra Partito Democratico e Movimento Cinque Stelle, caldeggiata dall’ex segretario Dem Nicola Zingaretti e dal futuro leader M5S Giuseppe Conte, sembra sempre più lontana. A mettere in crisi l’asse Pd-M5S la partita delle prossime elezioni amministrative, in particolare la corsa al Campidoglio.

Nonostante il percorso comune avviato in Regione Lazio solo da pochi mesi, a Roma M5s e Pd andranno divisi. La sindaca uscente Virginia Raggi correrà per la riconferma, forte dell’appoggio annunciato da Luigi Di Maio e dall’ex premier Conte.

Per i Dem è sceso in campo l’ex ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, che ha annunciato la sua candidatura. Appoggiato dal neo segretario Letta, Gualtieri potrà contare sul sostegno del governatore del Lazio Zingaretti.

Il responsabile enti locali del Pd, Francesco Boccia, ha dichiarato che “ci sarà reciprocità al secondo turno”. Se si dovesse andare al ballottaggio contro il candidato della destra, il Pd sosterrà Raggi e si aspetta i voti dei cinquestelle se ci sarà invece Gualtieri.

Pd-M5S, niente alleanza a Torino e Milano

Non solo Roma: neanche a Torino Pd e M5S si presenteranno assieme, come ha annunciato il segretario Dem Enrico Letta. Fallito anche l’ultimo tentativo di arrivare ad un accordo provato da Conte.

Niente alleanza anche a Milano: nel capoluogo lombardo è stato lo stesso sindaco uscente Beppe Sala a stoppare fin da subito la possibilità, convinto, riporta il Corriere della Sera, che l’alleanza col M5S farebbe perdere più voti di quelli che otterrebbe dai grillini.

Pd-M5S, la partita a Napoli e Bologna

Situazione diversa a Napoli e Bologna, città dove l’intesa Pd-M5S è ancora in piedi, ma anche qui ci sono diversi problemi.

A partire dall’opposizione del governatore campano Vincenzo De Luca. A Napoli Pd e M5S erano pronti a sostenere la candidatura unitaria di Roberto Fico, ma il presidente della Camera ha fatto un passo indietro.

Grillini e dem hanno ora trovato l’accordo sul nome dell’ex ministro dell’Università Gaetano Manfredi. Ma la partita non è ancora chiusa.

A Bologna i grillini sono pronti a sostenere il Pd, ma sono in attesa di conoscere chi vincerà la sfida delle primarie del centrosinistra tra Matteo Lepore del Pd e la sindaca di San Lazzaro Isabella Conti, renziana ma appoggiata da una parte del Pd locale.

VirgilioNotizie | 11-05-2021 10:19

Sondaggi politici, chi scende e chi sale nelle intenzioni di voto Fonte foto: ANSA
Sondaggi politici, chi scende e chi sale nelle intenzioni di voto
,,,,,,,