,,

Caso Epstein, Jean-Luc Brunel morto suicida: ex agente top model coinvolto nello scandalo è morto in cella

L'ex agente di top model Jean-Luc Brunel è stato trovato impiccato nella propria cella a poco meno di due anni di distanza dalla morte dello stesso Epstein

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

È stato trovato morto impiccato nella sua cella, nel carcere de La Santé, l’ex agente di modelle francese Jean-Luc Brunel, vicino al defunto miliardario americano Jeffrey Epstein e sospettato di avergli procurato giovanissime vittime.

A renderlo noto è stato AFP, che ha sottolineato che Brunel è stato ritrovato privo di vita nella sua cella nella notte tra venerdì e sabato.

Caso Epstein, Jean-Luc Brunel morto suicida

La tragica scomparsa di Jean-Luc Brunel segue, a due anni di distanza, la morte dello stesso Epstein. Secondo fonti accreditate, che hanno diramato la notizia all’AFP, Brunel si sarebbe impiccato nella sua cella del carcere de La Santé a Parigi.

L’uomo, 76 anni, è passato alla storia per essere stato manager di un’agenzia di modelle come MC2 Model Management, azienda finanziata dallo stesso Epstein.

Sulla morte di Brunel, hanno fatto sapere da Parigi, è stata aperta un’indagine per cercare di comprendere il gesto estremo avvenuto in galera.

Caso Epstein, Jean-Luc Brunel morto suicida: ex agente top model coinvolto nello scandalo è morto in cellaFonte foto: ANSA
Jeffrey Epstein

Jean-Luc Brunel, il coinvolgimento nel caso Epstein

Volto noto, nonché fondatore, dell’agenzia MC2, Brunel è finito nell’occhio del ciclone con lo scandalo Epstein. L’ex agente di top model è infatti stato accusato di aver selezionato delle modelle per l’imprenditore.

Nel 2005, in una comunicazione lasciata allo stesso Epstein, Brunel aveva lasciato detto all’uomo di avergli “mandato una maestra di russo che ha 2×8 anni e non è bionda, molto brava”. Il calcolo, in questo caso, è molto semplice e Brunel intendeva una ragazza di 16 anni che intrattenne con entrambi una relazione sessuale.

Le accuse a Jean-Luca Brunel

Il 76enne, morto suicida nella propria cella del carcere de La Santé di Parigi, è stato accusato da diverse ex assistite di violenze sessuali.

Nel 2020 infatti sono arrivate pesanti accuse di abusi e nel 2021 era stato incriminato per lo stupro di una 15enne. Brunel si è dichiarato innocente a più riprese, ma da mesi ormai era recluso in cella nella capitale francese nella quale, nelle scorse ore, ha deciso di porre fine alla sua vita come fatto, nel 2019 dallo stesso Epstein.

Nel caso della morte dell’imprenditore ancora oggi ci sono tanti interrogativi tra chi pensa si tratti di suicidio e chi, invece, vede nel suo decesso ipotesi di omicidio.

carcere Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,