,,

Anziano scopre di essere positivo al Covid e si spara alla testa

A Roma un uomo di 84 anni si trova in condizioni disperate per essersi sparato un colpo alla testa dopo aver saputo di essere positivo al coronavirus

Un uomo di 84 anni a Roma si è sparato alla testa subito dopo aver saputo di essere stato contagiato dal coronavirus. È accaduto la sera di Santo Stefano in una villetta dellAxa, nel X Municipio della Capitale, ne dà notizia il Messaggero.

È stata la moglie a ritrovarlo in una pozza di sangue: si trovava in un’altra stanza ed era corsa in camera da letto dopo aver sentito un tonfo. La donna ha chiamato l’ambulanza convinta che il marito fosse caduto e avesse sbattuto la testa. Per questo gli operatori sanitari una volta arrivati all’ospedale Grassi con il ferito hanno riportato la versione della moglie.

Ma dagli accertamenti effettuati sull’uomo, i medici hanno capito che il motivo del ferimento fosse un altro: la tac eseguita alla testa dell’84enne mostrava infatti schegge di osso e frammenti di proiettile sopra l’orecchio sinistro.

Ulteriori esami hanno rilevato la positività al Covid-19 e una polmonite già in corso. L’uomo si trova adesso ricoverato in condizioni gravissime.

Gli agenti del X Distretto Lido hanno aperto un’indagine sulla vicenda. Dalle prime ricostruzioni realizzate a partire dal racconto fornito dalla donna, gli investigatori sostengono l’ipotesi di un tentato suicidio.

Quando ha ritrovato il marito a terra in fin di vita la moglie non ha visto la pistola, regolarmente denunciata e di proprietà dell’anziano, ritrovata poi sotto il letto dove era finita probabilmente dopo lo sparo.

Per questo la donna ha pensato che il marito fosse caduto a terra per un malore, battendo la testa. Nelle ore precedenti nulla le avrebbe fatto prevedere il gesto estremo. Una versione data per buona dai soccorritori del 118 intervenuti per portare d’urgenza l’anziano in ospedale.

VirgilioNotizie | 28-12-2020 07:50

ambulanza roma Fonte foto: ANSA
,,,,,,,