,,

Stupro di Ragusa, parla la vittima: "Come in un film horror"

Il racconto della ragazza vittima di violenza sessuale a Ragusa, per il quale è stato arrestato Sergio Palumbo

La vittima dello stupro di Ragusa, per il quale è stato arrestato Sergio Palumbo, aveva appena finito di festeggiare i suoi trent’anni con gli amici e stava tornando a casa in auto quando è stata fermata dall’uomo con la scusa di aiutarlo a soccorrere la moglie.

Il “Corriere della Sera” riporta il racconto della vittima della violenza sessuale: “Uno strazio che non finiva mai. Mi sono sentita protagonista di un film horror con un bruto che si era presentato con la faccia di un uomo preoccupato per la sua donna, bisognoso di aiuto”. La ragazza ha spiegato di non aver potuto “neanche immaginare di tentare una fuga” e ha raccontato di essere stata “costretta perfino ad ascoltarlo quando s’è messo a lamentarsi parlando della moglie che non lo capisce, di una lite avuta quella stessa sera”.

Sergio Palumbo era già stato condannato nel 2018 per sequestro di persona, violenza sessuale aggravata e rapina. La nuova aggressione è avvenuta nel corso della notte del 2 settembre. L’uomo, dopo aver fermato l’auto della ragazza con una scusa, l’avrebbe minacciata di morte con una grossa pietra, mettendosi alla guida dell’automobile e conducendola vicino al cimitero di un paese del ragusano per abusare di lei.

VIRGILIO NOTIZIE | 10-09-2019 09:30

"Mi aiuti, mia moglie sta male". Ferma ragazza e la violenta Fonte foto: Facebook
"Mi aiuti, mia moglie sta male". Ferma ragazza e la violenta
,,,,,,,