,,

Simone Rugiati, "non venite a mangiare": chef assolto dall'accusa di diffamazione dopo le critiche al Sushi Su

Simone Rugiati, chef e presentatore, era stato accusato di diffamazione dai gestori del Sushi Su: perché il tribunale di Padova lo ha assolto

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Cinque anni dopo, l’assoluzione. Simone Rugiati, chef e volto noto di programmi tv da lui stesso condotti, non ha diffamato il ristorante Sushi Su di Padova. L’episodio risale all’agosto 2017, quando il cuoco toscano pubblica una diretta video su Facebook in cui sconsiglia ai suoi follower di evitare il locale. Accusato di diffamazione, è stato assolto dal tribunale lunedì 21 marzo 2022.

Simone Rugiati, lo chef assolto dall’accusa di diffamazione: la vicenda

Giovedì 24 agosto 2017 lo chef Simone Rugiati è a Padova, in compagnia di un’amica.

I due decidono di andare a mangiare cucina giapponese al Sushi Su, ristorante in via Giordano Bruno, a due passi dall’abbazia di Santa Giustina.

Rugiati entra nel locale e ordina un astice: quando gli viene servito, però, va su tutte le furie.

Si lamenta, sottolineando come si tratti in realtà di granchio in scatola: non può mangiarlo perché è allergico al suo liquido di conservazione.

rugiati simoneFonte foto: ANSA
Lo chef, e presentatore di alcuni programmi televisivi, Simone Rugiati

Così, Rugiati passa all’attacco e denuncia il tutto attraverso una diretta Facebook da quasi 450 mila visualizzazioni, in cui mostra l’esterno del ristorante, consigliando ai suoi follower di non andarci a mangiare.

Simone Rugiati, l’accusa dei proprietari del Sushi Su allo chef

La recensione negativa, in tempi in cui la promozione social è tutto, fa infuriare i titolari.

I proprietari, Michela Stecca e Massimiliano Liggieri, contattano gli avvocati Massimo Munari e Marco Colapinto e querelano Rugiati per diffamazione.

Simone Rugiati, perché è stato assolto dal tribunale di Padova

Lunedì 21 marzo 2022, quasi cinque anni dopo, la conclusione della vicenda.

Rugiati, assistito dal legale Francesco Cibotto, rilascia una nuova deposizione nell’aula del tribunale di Padova, dove viene assolto dal giudice Vittoria Giorgi.

Secondo quest’ultima “il fatto non costituisce reato“.

Gli avvocati dell’accusa, che adesso devono attendere le motivazioni della sentenza, dovrebbero successivamente impugnarla.

“È andata come doveva andare, ora torno a Milano a lavorare così non penso più a questo caso montato ad arte. E la prossima volta che vengo a Padova vado direttamente a mangiare da Alajmo“, ha dichiarato Rugiati fuori dall’aula, ripreso dal Corriere della Sera.

rugiati-sushi-su Fonte foto: ANSA

Energia: aiuti di Stato per le aziende

,,,,,,,,