,,

Roma, bimba muore per intervento all'orecchio: dure parole del pm

Il pm ha chiesto la condanna a un anno di reclusione per due anestesisti

Giovanna Fatello, la bambina di 10 anni morta a marzo del 2014 durante un intervento all’orecchio, sarebbe ancora viva se “gli anestetisti non fossero stati distratti“. Queste le parole del pm Marco Adigò che oggi davanti ai giudici ha chiesto la condanna a un anno di reclusione per omicidio colposo a carico degli anestesisti presenti quel giorno in sala operatoria.

La richieste della Procura, come riporta Il Messaggero, riguardano solo gli anestesisti Pierfrancesco Dauri e Federico Santilli, mentre è stata chiesta l’assoluzione per i chirurghi Giuseppe Magliulo e Dario Marcotullio e per la direttrice sanitaria all’epoca dei fatti della clinica Villa Mafalda a Roma, Rossella Moscatelli. L’accusa per i due chirurghi era di omicidio colposo e falso mentre alla direttrice era contestato solo il falso, accusa quest’ultima per la quale la Procura ha chiesto l’assoluzione per tutti gli imputati.

I fatti risalgono al 29 marzo del 2014, quando la famiglia della vittima si è rivolta a Villa Mafalda per un’operazione di timpanoplastica. In seguito all’anestesia, come ha rivelato il pm nella richiesta di incidente probatorio, “la morte avveniva dopo l’allontanamento ingiustificato dell’anestesista e in presenza di un altro anestesista non componente dell’equipe operatoria, che non gestiva correttamente le vie aeree della paziente”. Giovanna, secondo il pm, è deceduta “a seguito di un processo di ipossia-bradicardia- arresto cardiaco in asistolia” per non aver ricevuto sufficiente ventilazione.

VIRGILIO NOTIZIE | 20-09-2019 16:24

bimba-morta-dopo-intervento-orecchio Fonte foto: Ansa
,,,,,,,