,,

Rimase incinta dell'allievo 14enne: condanna confermata in appello per la prof di Prato

Riconosciuta colpevole di violenza sessuale per induzione su minore, condanna confermata per la prof di Prato. Aveva avuto un bambino da un 14enne

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Sei anni e cinque mesi. È la condanna che la Corte d’Appello di Firenze ha inflitto alla donna di Prato, oggi 34enne, che nel 2018 aveva avuto un figlio da un ragazzino 14enne al quale impartiva ripetizioni private d’inglese. La Corte ha confermato la sentenza di primo grado che aveva riconosciuto la donna colpevole di violenza sessuale per induzione su minore.

Rimase incinta dell’allievo 14enne, condanna confermata: la sentenza

La sentenza, riporta l’Ansa, è arrivata dopo un’unica udienza tenuta questa mattina davanti alla Corte di Appello di Firenze. Il giudice ha confermato la sentenza di primo grado e ha condannato la donna, all’epoca dei fatti operatrice sanitaria che aveva un impiego in una residenza per anziani, a 6 anni e 5 mesi.

È stato invece assolto il marito della donna che nel processo di primo grado era stato condannato a 1 anno e mezzo perché accusato di aver mentito attribuendosi la paternità biologica del bambino.

La procura generale, con il sostituto Pietro Ferrante, aveva chiesto la conferma della sentenza di primo grado per entrambi, con un aggravio di tre mesi per la donna.

Rimase incinta dell’allievo 14enne, condanna confermata: le reazioni

“Siamo contenti per il risultato di un padre che non ha fatto altro che regalare il suo amore per un neonato”, hanno commentato dopo la sentenza i legali della coppia, gli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri.

“Certamente ci aspettavamo qualcosa di più per la moglie, siamo in attesa delle motivazioni. Siamo convinti della bontà della nostra ricostruzione e faremo ricorso in Cassazione”, hanno aggiunto.

I legali della 34enne sostengono che il rapporto era consenziente ed era avvenuto quando il ragazzino aveva compiuto 14 anni, cioé l’età a cui in base alla legge italiana si può esprimere il proprio consenso ad avere rapporti sessuali.

Rimase incinta dell’allievo 14enne: la vicenda

La vicenda era venuta alla luce nel 2019 in seguito alla denuncia dei genitori dell’adolescente, che avevano appreso dell’esistenza della relazione tra il figlio e l’insegnante.

Secondo l’accusa la donna avrebbe costretto il ragazzino al quale impartiva lezioni di inglese, figlio di amici di famiglia, ad avere rapporti sessuali con lei. La donna, mamma anche di un altro figlio avuto dal marito, rimase incinta e da quella relazione nacque un bambino.

Ma non solo: secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la donna sarebbe stata ossessionata dal ragazzino e avrebbe usato il neonato come strumento di ricatto: lo avrebbe minacciato che avrebbe raccontato a tutti la verità se fosse stata abbandonata e avrebbe potuto anche togliersi la vita.

Tribunale Fonte foto: ANSA
,,,,,,,