,,

Percorsi abilitanti docenti verso il via con il decreto ministeriale: cosa sono e come funzionano i CFU

Arriverà a breve il decreto ministeriale per l'avvio dei percorsi abilitanti per i docenti, riservati a chi parte da zero e ai precari con esperienza

Pubblicato il:

Il decreto per l’avvio dei percorsi abilitanti docenti è imminente, con la pubblicazione attesa a breve. Il Ministero dell’Istruzione e del Merito e il Ministero dell’Università e della Ricerca stanno collaborando per definire le norme attuative, mentre l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR) completerà la sua parte entro il 30 gennaio. I corsi, approvati dall’ANVUR, offriranno opportunità sia per laureati magistrali che per precari con esperienza, con l’obiettivo di avviare i percorsi nell’anno accademico 2023/24.

Quando arriva il decreto per i percorsi abilitanti docenti

I percorsi abilitanti per i docenti sono lo strumento, rivolto a chi sta iniziando la professione o ha già avviato la propria carriera, per ottenere l’abilitazione all’insegnamento.

Il DPCM che li ha introdotti ha distinto varie tipologie di corsi, contrassegnati da un numero variabile di CFU (crediti formativi), mirati a diverse categorie di docenti. Per l’avvio dei percorsi dovrebbe mancare poco e il decreto di prossima pubblicazione.

I tempi per il decreto

Il responsabile del Dipartimento Istruzione della Lega, Mario Pittoni, ha dato l’annuncio sulla sua pagina Facebook. Il 30 gennaio l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca (ANVUR) completerà la sua parte di competenza, mentre i Ministeri dell’Istruzione e del Merito e dell’Università e della Ricerca stanno lavorando alle norme attuative.

Il Ministero dell’Università ha approvato 1.510 proposte di corsi di formazione, di cui 1.157 provenienti dagli atenei e 353 dall’alta formazione artistica e musicale.

La distribuzione geografica dei corsi è equilibrata, con le macro-aree Nord, Centro e Sud del paese ad avere un terzo dei percorsi ciascuna. Il Lazio è la regione con il maggior numero di corsi universitari proposti, seguito da Sicilia, Lombardia, Veneto e Campania.

I vari corsi in base ai CFU

I corsi da 60 CFU, destinati a chi parte da zero, sono aperti a laureati magistrali e laureandi con almeno 180 crediti. Il percorso prevede l’acquisizione di crediti attraverso varie attività e una prova finale che include un’analisi critica e una lezione simulata sulla didattica innovativa.

I corsi da 30 CFU, invece, sono riservati ai precari con esperienza, e su di essi c’è grande interesse. Specie per la scuola secondaria, con circa 100mila posti che saranno attivati in due anni accademici.

Per il 2023/24, ci saranno quindi percorsi da 60 CFU e da 30 CFU, quest’ultimi specifici per docenti con esperienza e vincitori del concorso straordinario bis.

percorsi-abilitanti-docenti Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,