,,

Omicidio a Vanzaghello, cadavere trovato lungo la statale: ucciso a botte e scaricato in strada, le indagini

Il corpo della vittima è stato trovato sul ciglio della strada che porta all'aeroporto di Malpensa

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Un giovane, la cui identità ed età non è ancora stata specificata, è stato ucciso e il suo cadavere è stato trovato sabato 7 maggio 2022 a Vanzaghello, al confine fra le province di Milano e Varese. Il corpo dell’uomo è stato rinvenuto sulla strada statale 36 che porta all’aeroporto di Malpensa.

Omicidio a Vanzaghello, cosa è successo

Secondo le prime informazioni arrivate dal luogo dove è stato ritrovato il corpo, la vittima sarebbe di origine magrebina e dall’età apparente tra i 20 e i 30 anni. Non sono stati trovati documenti, dunque si dovrà ancora attendere per l’identificazione.

Sul cadavere sono stati trovati segni di bruciature di sigarette e di violenze, tra cui ematomi al volto e fratture alle gambe. A dare l’allarme è stato un automobilista di passaggio. Secondo le prime indagini, l’uomo sarebbe stato picchiato, ucciso e poi scaricato da un’auto lungo la strada statale 36.

Il ritrovamento del corpo

Il cadavere era sul ciglio della strada, seminudo, con il volto tumefatto, le gambe fratturate e un pile poggiato sui pantaloni. A chiamare il 112 è stato un camionista di passaggio.

Sul posto è intervenuta la Polstrada di Magenta (Milano) per i primi rilievi, quindi la Squadra Mobile di Varese e quella di Milano.  Attraverso le impronte digitali gli investigatori stanno cercando di risalire all’identità della vittima.

Omicidio Vanzaghello, le indagini

Il Procuratore capo della Repubblica di Busto Arsizio, Carlo Nocerino, ha avviato le indagini sull’accaduto, per cercare di fare chiarezza sull’omicidio del giovane ritrovato questa mattina tra le province di Milano e Varese.

Il capo della Procura ha sottolineato: “Questo è il momento di raccogliere le idee e i dati e di ragionare sul perché di questo efferato omicidio. Una delle ipotesi che possiamo fare è che l’omicidio di questa mattina sia in qualche modo legato a quello del 2 aprile scorso, commesso nel bosco del Rugareto, a Rescaldina”.

“Dobbiamo inoltre capire se il ragazzo sia stato travolto di proposito da un’auto, prima o dopo la sua morte” ha spiegato. Intanto si procederà con un primo esame delle impronte digitali, nella speranza che l’uomo fosse schedato e dunque identificabile da parte delle forze dell’ordine.

polizia Fonte foto: ANSA
,,,,,,,,