,,

Martina Luoni come Ibrahimovic: testimonial di Regione Lombardia

Martina Luoni, paziente oncologica di 26 anni, è diventata la testimonial di Regione Lombardia dopo la sua denuncia diventata virale in poche ore.

Martina Luoni è la 26enne malata oncologica di Caronno Pertusella, in provincia di Varese, che nei giorni scorsi ha denunciato sui social, attraverso un video diventato virale, le difficoltà riscontrate nel curarsi e nel sottoporsi a un’operazione a causa della saturazione degli ospedali dovuta all’emergenza Covid.

“Io come tante altre persone malate oncologiche – aveva spiegato – stiamo vivendo un periodo molto difficoltoso. Come se non bastasse la nostra patologia, ora dobbiamo anche combattere contro una pandemia globale che fa chiudere ambulatori e saltare visite“.

Martina Luoni testimonial di Regione Lombardia

La Regione Lombardia ha allora contattato la Luoni, proponendole di diventare la protagonista di una campagna di comunicazione (iniziata con il calciatore Zlatan Ibrahimovic) per contrastare la diffusione del coronavirus.

Ad annunciarlo è stata la stessa Regione, spiegando che la 26enne ha già girato un video a Palazzo Lombardia in cui invita tutti a mantenere comportamenti corretti e idonei al contenimento del virus.

Il video è stato pubblicato su tutti i canali istituzionali.

Attilio Fontana: “Il suo appello non rimarrà inascoltato”

In Regione, Martina Luoni ha incontrato il presidente Attilio Fontana. Dopo l’incontro, il governatore ha scritto sulla sua pagina Facebook: “Il suo messaggio (di Martina Luoni, ndr) invoca una riflessione e un richiamo alla responsabilità di tutti e, sono certo, non resterà inascoltato”.

Il video denuncia da cui tutto è partito ha registrato in pochissime ore oltre 4 milioni di visualizzazioni, ricevendo anche il supporto di influencer come Chiara Ferragni e Giulia Valentina.

VIRGILIO NOTIZIE | 13-11-2020 09:31

Coronavirus, il rapporto Agenas sui posti occupati in ospedale Fonte foto: Screenshot Facebook Regione Lombardia
Coronavirus, il rapporto Agenas sui posti occupati in ospedale
,,,,,,,