,,

Lecce, ucciso mentre prelevava al bancomat: c'è un secondo arresto

Un altro uomo è stato arrestato per l'omicidio di Giovanni Caramuscio, ed è sospettato di essere il complice dell'esecutore materiale del delitto

C’è un secondo arresto in relazione all’omicidio dell’ex direttore di banca Giovanni Caramuscio, ucciso mentre prelevava contanti al bancomat la sera del 16 luglio a Lequile, in provincia di Lecce. Come riporta l’Ansa, l’uomo è stato fermato dai carabinieri nella notte: si tratta di un italiano di 28 anni di Tricase, residente a Lequile.

L’uomo è accusato di essere complice del 31enne albanese arrestato il 17 luglio e ritenuto l’esecutore materiale del delitto. I due dovranno rispondere di omicidio aggravato in concorso, porto abusivo di arma alterata e ricettazione.

Ad incastrare il presunto complice è stata la felpa gettata la sera dell’omicidio in un pozzo e ritrovata la sera stessa dai Vigili del fuoco che, stando immagini dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, era quella che indossava il rapinatore non armato. La stessa che il 28enne indossa in alcune foto pubblicate su Facebook.

Il delitto si è consumato la sera del 16 luglio mentre la vittima stava prelevando dei contanti, davanti agli occhi della moglie. “Ho visto Giovanni crollare a terra, sono corsa verso di lui, ho cercato di aiutarlo a rialzarsi. Ma lui era ormai morto. Non ci credevo. E non ci credo ancora adesso”, ha raccontato la donna.

VirgilioNotizie | 19-07-2021 11:08

omicidio-lecce Fonte foto: ANSA
,,,,,,,