,,

Guerra Israele-Hamas, ultime news di oggi. Biden duro su Netanyahu: "Perde sostegno, non vuole due Stati"

La guerra tra Israele e Hamas è arrivata al suo 67esimo giorno. Tutte le notizie e gli aggiornamenti in diretta

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il: - Ultimo aggiornamento:

Oggi è il 67esimo giorno della guerra fra Israele e Hamas. I palestinesi uccisi, secondo i dati forniti dal ministero della Salute della Striscia di Gaza, sarebbero 18.412, di cui oltre 7 mila bambini. Israele segnala 1.147 morti (cifra rivista al ribasso dall’esercito israeliano) dall’attacco del 7 ottobre.

Il presidente americano Joe Biden lancia un messaggio al premier israeliano Netanyahu. “Non vuole la soluzione a due Stati”, ha detto Biden. E ancora: “Israele sta perdendo il sostegno del mondo”. Gli Usa avevano già manifestato disappunto per le posizioni intransigenti del capo di Israele, ma è la prima volta che l’alleato in Medio Oriente viene sconfessato apertamente.

Dopo il veto posto dagli Usa nel Consiglio di Sicurezza Onu, oggi all’Assemblea generale delle Nazioni Unite ci sarà una riunione di emergenza per votare una bozza di risoluzione che chiede un immediato cessate il fuoco umanitario a Gaza.

Nel frattempo mentre proseguono i bombardamenti israeliani nel Sud di Gaza il governo di Netanyahu sta lavorando ad un piano per il dopoguerra, negando di prevedere di spostare la popolazione palestinese fuori dalla Striscia.

Il racconto della giornata

  1. Assemblea Onu approva bozza che chiede cessate fuoco a Gaza

    L’Assemblea Generale dell’Onu ha approvato la risoluzione che chiede un “cessate il fuoco umanitario immediato a Gaza”. Nella bozza si esprime anche la “grave preoccupazione per la catastrofica situazione umanitaria a Gaza”, sulla scia del testo bocciato venerdì in Consiglio di Sicurezza a causa del veto Usa. La risoluzione ha ottenuto 153 voti a favore, 10 contrari (tra cui Austria, Usa, Israele), e 23 astenuti, tra cui Germania e Italia, mentre la Francia ha votato a favore.

  2. Morta Noa Marciano, la soldatessa rapita da Hamas

    L’esercito israeliano ha confermato la morte di Noa Marciano, soldatessa di 19 anni rapita da Hamas negli attacchi del 7 ottobre e poi tenuta in ostaggio a Gaza.

  3. Acqua di mare nei tunnel di Gaza

    Israele ha iniziato a pompare acqua di mare nei tunnel di Gaza utilizzati come nascondigli da Hamas. Ne dà notizia il Wall Street Journal, citando dirigenti Usa. Si tratta di un’operazione rischiosa che potrebbe compromettere le falde acquifere sotterranee.

  4. Razzi lanciati dalla Siria, Israele risponde

    Tre razzi sono stati lanciati dalla Siria sulle alture del Golan. Due di essi sono caduti su territorio siriano. Israele ha risposto con colpi di artiglieria.

  5. Biden: "Netanyahu non vuole una soluzione a due Stati e Israele sta perdendo sostegno"

    “Netanyahu non vuole una soluzione a due Stati”, lo ha dichiarato il presidente Usa, Joe Biden, ad un evento elettorale a Washington, nel quale ha affermato anche che “Israele sta cominciando a perdere sostegno in tutto il mondo“.

  6. Biden incontrerà domani le famiglie degli ostaggi americani rapiti da Hamas

    Il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, incontrerà domani le famiglie degli ostaggi americani rapiti da Hamas durante l’attacco del 7 ottobre contro Israele. Lo ha detto alla CNN un funzionario della Casa Bianca. L’incontro avrà luogo alla Casa Bianca. Secondo quanto riferito dall’amministrazione, dall’inizio della guerra sono stati rilasciati quattro americani, una bambina di 4 anni e tre donne mentre mancano ancora sette uomini e una donna americani.

  7. Altro rappresentate Ue Borrell: "Orrore di Gaza ingiustificabili, peggio di Desdra"

    “La situazione a Gaza peggiora. L’Onu ci dice che non ci sono rifugi possibile e sta per smettere di lavorare nell’area per mancano risorse e sicurezza” lo ha detto l’Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera, Josep Borrell parlando all’Europarlamento. “Al G7 avevamo richiesto che le attività militari di Israele a Gaza Sud non seguissero lo stesso schema di Gaza Nord –  affermato Mister Pesc – ma il livello di distruzione a Gaza resta senza precedente, è un livello peggiore di quanto successo a Dresda, a Colonia e simile a quello che è successo ad Amburgo. Tale orrore non può essere giustificato con l’orrore del 7 ottobre”.

  8. Netanyahu, "a Gaza non ci sarà né Hamas né Fatah"

    “Gaza non sarà un Hamastan e nemmeno un Fatahstan”. Lo ha detto il premier israeliano Benjamin Netanyahu riferendosi al futuro della Striscia e alle “divergenze d’opinione con gli Usa” su questo tema. “Non permetterò che Israele ripeta l’errore di Oslo, non consentirò che dopo l’enorme sacrificio compiuto dai nostri combattenti entri a Gaza chi educa al terrore, chi lo sostiene, chi lo finanzia”, ha aggiunto ripreso dall’Ansa.

  9. Ministero Sanità Gaza, bilancio morti sale a 18.412

    Il Ministero della Sanità di Gaza, controllato da Hamas, ha annunciato che il nuovo bilancio dei morti nella Striscia è di 18.412.

  10. Onu, "a Gaza c'è l'inferno in terra"

    Il capo dell’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi (Unrwa), Philippe Lazzarini ha affermato che i civili di Gaza stanno vivendo “l’inferno in terra. A Gaza, una tragedia che si aggrava senza fine. Le persone sono ovunque, vivono per strada, hanno bisogno di tutto. Chiedono sicurezza e la fine di questo inferno sulla terra”. Lo ha scritto su X, aggiungendo che la sua agenzia si trova ad affrontare “una situazione impossibile”.

  11. Oms, a Gaza solo 11 ospedali parzialmente funzionanti

    Su un totale di 36 sono solo 11 gli ospedali ancora parzialmente funzionanti in tutta la Striscia di Gaza. Lo ha reso noto Richard Peeperkorn, rappresentante dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) per i Territori palestinesi, chiedendo che le strutture ancora operative vengano risparmiate dai combattimenti. Lo riporta l’Adnkronos.

  12. Hamas, "Israele ha assaltato ospedale a nord di Gaza"

    Le forze israeliane hanno assaltato l’ospedale Kamal Adwan, nel nord di Gaza. Lo riporta Afp. Il ministero della Sanità, gestito da Hamas, come scritto da Al Jazeera, ha riferito che l’attacco è avvenuto dopo l’assedio alla struttura bombardata da giorni.

  13. Gli Houthi rivendicano attacco a petroliera nel Mar Rosso

    I ribelli Houthi dello Yemen hanno rivendicato la responsabilità dell’attacco missilistico di ieri che ha colpito una petroliera battente bandiera norvegese nel Mar Rosso. Lo riporta l’Ansa.

  14. Wafa, 4 palestinesi uccisi da drone Israele in Cisgiordania

    Quattro palestinesi sono stati uccisi a Jenin in un “attacco con un drone” israeliano in un quartiere della città nel nord della Cisgiordania. Lo ha riferito l’agenzia di stampa di Ramallah, la Wafa.

  15. Nuovi colloqui per tregua e rilascio di ostaggi

    Sky News Arabia riporta che Israele ha chiesto a Egitto e Qatar di aiutare a mediare un altro accordo di cessate il fuoco con Hamas, nell’ambito del quale verrebbero rilasciati altri ostaggi israeliani detenuti a Gaza. Secondo la tv emiratina Al Arabiya i colloqui sugli ostaggi tra Israele e Hamas potrebbero tenersi la prossima settimana.

  16. Missile da Yemen colpisce nave cisterna norvergese

    Un missile da crociera lanciato dallo Yemen controllato dagli Houthi ha colpito una petroliera novergese, provocando un incendio e danni ma nessuna vittima. L’attacco è avvenuto intorno alle 22 (ora italiana), il cacciatorpediniere della marina americana Uss Mason era nelle vicinanze e ha prestato aiuto.

  17. mappa-guerra-israele-hamas
    La mappa del conflitto
  18. Nel 66esimo giorno della guerra fra Israele e Hamas, gli Usa hanno posto il veto sulla bozza di risoluzione presentata all’Onu per chiedere l’immediato cessate il fuoco a Gaza. La posizione degli Usa è stata definita “giusta” dal premier israeliano Benyamin Netanyahu. Israele – ha aggiunto – “proseguirà la sua giustificata guerra volta all’eliminazione di Hamas e per raggiungere il resto degli obiettivi che sono stati stabiliti”.

    Sul fronte degli ostaggi vanno avanti le trattative e si parla della possibile liberazione di altri israeliani prigionieri di Hamas nei prossimi giorni.

    E il governo di Israele accusa: Hamas avrebbe ucciso almeno 20 ostaggi israeliani dal 7 ottobre, e continua a detenerne i cadaveri.

,,,,,,,,