,,

Regionali, Lopalco viene eletto in Puglia e attacca Zangrillo

L'epidemiologo, eletto consigliere in Puglia, sarà il nuovo assessore alla Sanità. In un'intervista ha attaccato Zangrillo: "Galli invece è Pelè"

Pierluigi Lopalco è stato eletto in Puglia. Grazie ai quasi 15 mila voti presi, è entrato nella giunta presieduta da Michele Emiliano e, contestualmente, è nominato nuovo assessore alla Sanità. L’epidemiologo, uno dei volti più noti agli italiani in questi sei mesi di pandemia, docente all’università di Pisa, lo scorso inverno era già stato nominato dal governatore a capo della task force regionale per il coronavirus.

La sua campagna elettorale è stata incentrata anche sul contrasto ai ‘negazionisti‘: “Se abbiamo questa ripresa del Covid – aveva attaccato a inizio settembre sul Corriere della Sera – è anche per effetto di una propaganda scriteriata di alcune forze politiche del Nord che doveva dire che il virus non esiste e che quindi potevamo tornare a curarci nelle cliniche del Nord perché sono sicure”.

Regionali, Lopalco eletto in Puglia: quanti voti ha preso

Michele Emiliano ha puntato forte su Pierluigi Lopalco, scegliendolo come testimonial della lista civica ‘Con Emiliano’. L’operazione ha dato i suoi frutti: il simbolo ha raccolto il 6,7% di consensi e l’epidemiologo ha ottenuto personalmente 14.676 preferenze, quasi il 14% del totale dei voti raccolti da ‘Con Emiliano’.

L’incarico da assessore faceva parte degli accordi fin dall’inizio, Emiliano ha confermato: l’epidemiologo sarà il nuovo responsabile della sanità pugliese.

Il record di preferenze, comunque, è andato a Francesco Paolicelli del Pd che, a Bari, ha ottenuto quasi 23 mila voti, complice il forte appoggio del sindaco Antonio Decaro.

Regionali, Lopalco eletto: “Non me l’aspettavo”

Intervistato dalla Stampa, Lopalco è apparso ancora incredulo per l’esito delle urne: “Non me lo sarei mai aspettato, senza comizi, passando un’ora al giorno a cancellare insulti sui social“.

L’epidemiologo ha raccontato di aver conosciuto Michele Emiliano, rieletto presidente della Regione, a marzo: “Mi ha chiesto di coordinare la task-force, ma ci siamo visti di persona solo dopo il lockdown, per ragioni di sicurezza”.

“Sono di sinistra da sempre – ha aggiunto – ho votato i Verdi, i Ds e il Pd. Quando lavoravo a Stoccolma, nel 2009, venivo chiamato ‘Italiano Bunga Bunga’: per reazione ho fondato il circolo del Pd ‘Sinistra sottozero’, in tutti i sensi”.

Regionali, cosa pensa Lopalco dei No Vax e dei 5 Stelle

Per quel che riguarda i No Vax, Lopalco si definisce un nemico: “Ho contribuito con il patto per la scienza alla conversione di Grillo, emancipando gran parte del M5S dalla bolgia complottista”.

A proposito dei pentastellati, l’epidemiologo ha detto: “Mi sono simpatici, per lo più hanno un’anima di sinistra. Ma non mi piace il populismo anti casta“.

Ha aggiunto poi di non aver fatto in tempo a rientrare a Pisa per votare al referendum, ma che avrebbe “votato sì”.

Lopalco, stoccata a Zangrillo e i complimenti a Galli

Infine, un passaggio su altri volti diventati noti durante la pandemia. Tra Galli e Zangrillo, ha detto, “non c’è partita: Zangrillo non è un esperto e credo che certe frasi avessero anche finalità strumentali. È il grosso problema dei medici, a cui manca un approccio scientifico: la realtà è solo quello che vedono loro”.

Tra i due, quindi, preferisce Massimo Galli del Sacco di Milano: “È Maradona. Anzi no, ancora meglio: Pelè“.

VIRGILIO NOTIZIE | 23-09-2020 08:25

Coronavirus, gli esperti più credibili: i risultati del sondaggio Fonte foto: Ansa
Coronavirus, gli esperti più credibili: i risultati del sondaggio
,,,,,,,