,,

Covid quando ci sarà il picco? Le province italiane che l'hanno già raggiunto e quelle in brusco aumento

Il matematico Sebastiani ha analizzato la crescita dei contagi nelle province d'Italia, rilevando quelle in cui il picco è stato superato

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Quando ci sarà il picco dell’attuale ondata di Covid-19 in Italia? È questa la domanda che molti si staranno facendo, dopo giorni in cui i contagi sono stati costantemente sopra la soglia dei centomila quotidiani, a causa della contagiosissima variante Omicron.

Gli ultimi bollettini sembrano segnalare un attenuamento dell’ondata, e lo stesso lo ha confermato il coordinatore del Cts Franco Locatelli. Tuttavia è ancora presto per poter affermare che il peggio sia passato, in quanto alcune zone d’Italia si trovano nel pieno del picco.

Quando ci sarà il picco in Italia? “Presto”, secondo l’Oms

A livello nazionale, il picco non sembra essere molto lontano: secondo il direttore di Oms Europa Hans Kluge, intervenuto a “Mezz’ora in più” su Rai 3, “in Paesi come l’Italia e la Grecia ci stiamo avvicinando moltissimo al picco” della variante Omicron. Per Kluge, il picco in Europa potrebbe arrivare “entro 2-3 settimane”.

KlugeFonte foto: ANSA
Hans Kluge, direttore di Oms Europa

Covid nelle province, l’analisi del matematico Sebastiani (Cnr)

Il virus Sars-CoV-2 corre in tutto il Paese, ma non in maniera uniforme. Il matematico Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo ‘M. Picone’ del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), ha analizzato l’andamento del Covid nelle 107 province italiane, evidenziando quelle in cui l’epidemia si trova in una fase di picco e quelle che invece l’hanno superato.

Secondo l’esperto, il picco è stato raggiunto in molte province di Toscana e Umbria, che complessivamente sembrano aver superato il peggio anche a livello regionale. In fase di picco ci sono invece le province di Lombardia e Abruzzo.

Sebastiani ha osservato che “queste regioni sono 4 delle 7 dove nelle ultime settimane del 2021 c’è stata una crescita esponenziale, con tempi di raddoppio degli incrementi piccoli, probabilmente a causa della diffusione della variante Omicron”.

Per il matematico, 40 province sono in crescita frenata, mentre 13 province sono caratterizzate da una crescita lineare dei contagi. “Tra queste ultime, 4 sono al confine con Austria e Slovenia – ha aggiunto Sebastiani – e questo suggerisce, alla luce dell’espansione epidemica partita dal Nord Est alcuni mesi fa, di effettuare adeguati controlli alle frontiere”.

In 19 province, invece, si registra “un brusco e grande aumento dell’incidenza”. Le regioni caratterizzate da questa crescita acuta sono Liguria, Marche e Puglia.

Covid, le province che hanno raggiunto il picco

Nel dettaglio, riportiamo le osservazioni del matematico Sebastiani sulla diffusione del Covid-19 nelle province d’Italia. Le province che hanno raggiunto il picco sono:

  • Chieti
  • Catanzaro
  • Vibo Valentia
  • Rimini
  • Viterbo
  • Bergamo
  • Cremona
  • Lecco
  • Lodi
  • Milano
  • Monza e Brianza
  • Pavia
  • Varese
  • Verbano-Cusio-Ossola
  • Sassari
  • Caltanissetta
  • Enna
  • Messina
  • Trapani
  • Firenze
  • Lucca
  • Massa Carrara
  • Pisa
  • Pistoia
  • Prato
  • Siena
  • Perugia
  • Terni

Covid, le province in fase di picco

Ecco le province che sono attualmente in fase di picco:

  • Pescara
  • Potenza
  • Roma
  • Brescia
  • Como
  • Ragusa
  • Arezzo

Covid, in quali province i contagi sono più in crescita

Di seguito invece una analisi delle province in cui i contagi sono in crescita frenata, lineare e in brusco aumento:

  • Province in crescita frenata: L’Aquila, Teramo, Matera, Crotone, Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Ravenna, Reggio Emilia, Pordenone, Trieste, Frosinone, Latina, Rieti, Mantova, Sondrio, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Torino, Vercelli, Cagliari, Nuoro, Agrigento, Catania, Palermo, Siracusa, Grosseto, Livorno, Trento, Aosta, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona.
  • Province in crescita lineare: Bolzano, Cosenza, Reggio Calabria, Benevento, Caserta, Salerno, Gorizia, Udine, Campobasso, Isernia, Oristano, Belluno, Vicenza.
  • Province in crescita in brusco e grande aumento: Avellino, Napoli, Piacenza, Genova, Imperia, La Spezia, Savona, Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro e Urbino, Bari, Barletta-Andria-Trani, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Sud Sardegna.

Mappa Ecdc Covid 13 gennaio, "rischio massimo" per l'Italia: i nuovi colori Fonte foto: ANSA
Mappa Ecdc Covid 13 gennaio, "rischio massimo" per l'Italia: i nuovi colori
,,,,,,,