,,

Covid, l'odissea di una sindaca che lotta col virus da sei mesi

La sindaca di Borghetto Lodigiano lotta da sei mesi col coronavirus: dopo il tampone negativo, l'infezione è tornata

Giovanna Gargioni, sindaca di Borghetto Lodigiano, sta vivendo una piccola odissea a causa del coronavirus. Come riporta l’Ansa, da sei mesi le sue analisi del sangue rilevano la presenza di anticorpi al coronavirus, e ora il tampone ha nuovamente fatto emergere la sua positività.

Ad aprile, Gargioni aveva riscontrato alcuni sintomi del Covid-19: “Erano i primi di aprile quando ho avuto tosse secca, un po’ di alterazione del respiro e del gusto ma niente febbre”. Aveva quindi fatto il test con un kit veloce il 10 maggio, che aveva rivelato la presenza di anticorpi, ma il tampone del 12 maggio era risultato negativo.

Tranquillizzatasi, la sindaca ha quindi proseguito il suo lavoro, finché a settembre il virus non è tornato. “Pensavo, ormai, di aver già dato – ha raccontato all’Ansa – e invece no. Torna la tosse. Penso sia allergia, di cui soffro da tempo, e prendo antibiotico e cortisone”. Ma non si trattava di allergia (come distinguere i sintomi).

“Sabato 19 settembre eseguo un test sierologico – ha spiegato Gargioni – risulta di nuovo positivo per anticorpi. Sono tranquilla e felice del fatto che gli anticorpi sono rimasti”. Tuttavia, gli anticorpi non sono bastati ad evitarle una seconda infezione: il nuovo tampone ha rilevato ancora una volta la presenza del virus.

La prima cittadina di Borghetto Lodigiano è quindi in quarantena, ma assicura: “Lavoro lo stesso da remoto e forse di più perché, sia chiaro, nemmeno il virus potrà fermarmi“.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-09-2020 12:01

Coronavirus e mascherine, gli errori più diffusi e da evitare Fonte foto: ANSA
Coronavirus e mascherine, gli errori più diffusi e da evitare
,,,,,,,