,,

Coronavirus, la previsione dell'Iss sul numero dei contagi

Il direttore Dipartimento Malattie infettive dell'Iss: "Per questa settimana mi aspetto un aumento dei casi e non un calo"

I prossimi “14 giorni saranno cruciali per capire l’andamento dei casi di contagio da nuovo coronavirus in Italia”. Lo afferma all’Ansa il direttore Dipartimento Malattie infettive dell’Iss Gianni Rezza.

“È ancora presto per pronunciarsi. Gli effetti delle misure restrittive – sottolinea – non si vedranno entro questa settimana, anche per quanto successo nei giorni scorsi con i massicci spostamenti da Milano. Per questa settimana mi aspetto un aumento dei casi e non un calo. Questi giorni ‘sconteranno’ quanto purtroppo accaduto, poi inizieremo a vedere”.

Brusaferro: “Siamo in piena battaglia”

“La curva dei contagi mostra che” la diffusione del coronavirus in Italia “sta crescendo, in particolare in questo momento in Lombardia. Ci sono focolai in altre regioni, per ora limitati, ma che non devono farci illudere che non possano svilupparsi”. Queste le dichiarazioni di Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di Sanità a Tgcom 24.  Brusaferro sottolinea “che le curve non si spostano in un giorno solo, non dobbiamo farci illusioni: siamo in piena battaglia”.

“L’adozione degli strumenti e delle raccomandazioni serve a fare in modo che il picco della curva di nuovi casi si abbassi: se riusciamo a interrompere o rallentare la catena della trasmissione, cosa che si può fare adottando le misure raccomandate, non ci saranno dei picchi e le strutture saranno in grado, pur con un sovraccarico, di garantire assistenza”.

“Tutte le misure che vengono adottate – conclude Brusaferro – servono a interrompere la catena di trasmissione: non farlo ci può portare a una situazione di grande stress del Sistema sanitario e a un sovraccarico”.

VirgilioNotizie | 11-03-2020 12:39

Coronavirus, vademecum: cosa fare in caso di sintomi e dubbi Fonte foto: ANSA
Coronavirus, vademecum: cosa fare in caso di sintomi e dubbi
,,,,,,,