,,

Coronavirus, mistero su paziente veneto: il racconto della moglie

Non è chiaro dove possa aver contratto il Coronavirus. La famiglia è in isolamento volontario in attesa dei risultati del test

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

“È stato rimandato a casa perché gli è stato detto che non aveva nulla“. Questo ha dichiarato a La Nuova Venezia la moglie del 67enne di Mira (Venezia) ricoverato in Terapia intensiva perché è risultato positivo al Coronavirus.

L’uomo, stando alla ricostruzione della signora, si era recato in ospedale per la prima volta il 13 febbraio, a Mirano, perché stava poco bene, ma era stato mandato a casa. Dopo pochi giorni, il 17 febbraio, era tornato al Pronto Soccorso, perché le sue condizioni erano peggiorate. A quel punto, dopo il ricovero, era stato mandato prima a Dolo e poi a Padova.

Il 67enne, ha spiegato la moglie a La Nuova Venezia, “non frequenta bar, non frequenta associazioni sportive. Non facciamo vita mondana e quando usciamo, usciamo sempre insieme perché siamo una coppia molto unita, ma solo per fare la spesa. Davvero non riesco a capire dove possa essere avvenuto il contagio”.

L’anziano è un pensionato, e prima del ritiro dal mondo del lavoro faceva l’autista di scuolabus. La moglie, i due figli e i parenti più stretti sono stati sottoposti al tampone, ma al momento non si conosce il risultato. Tutta la famiglia ha optato per l’isolamento volontario.

Coronavirus, 10 comuni del Lodigiano in isolamento: le immagini Fonte foto: Ansa
Coronavirus, 10 comuni del Lodigiano in isolamento: le immagini
,,,,,,,