,,

Coronavirus, cinesi minacciati con coccio di bottiglia a Roma

Quattro ragazzi cinesi sono stati offesi e minacciati con un coccio di bottiglia a Roma

Un gruppo di quattro ragazzi cinesi, tra cui una donna incinta, è stato preso di mira da tre ragazzini nella giornata di domenica a Roma. Secondo la ricostruzione dei fatti riportata da ‘Ansa’, mentre attraversavano la strada in piazza dei Consoli in zona Tuscolana, gli avrebbero urlato: “Andate via dall’Italia perché siete infetti dal coronavirus“. Uno, un quindicenne, li avrebbe minacciati con un coccio di bottiglia.

Sul posto è intervenuta la Polizia, che ha bloccato e portato in commissariato il 15enne mentre gli altri due sono scappati.

I cinesi offesi sono stati difesi da alcuni cittadini. Diverse persone sono scese dai palazzi per allontanare i tre ragazzini che hanno preso di mira i quattro cinesi in zona Tuscolana.

Vai a casa“, “Vergogna” hanno urlato i cittadini ai tre ragazzi che insultavano marito e moglie (incinta) di 36 e 35 anni, mentre camminavano insieme a due connazionali di 30 e 37 anni.

A cinese de m… vieni qua” ha urlato uno dei ragazzini ripreso in un video che circola sui social.

Le vittime, che abitano a Roma in zona Tuscolana, hanno deciso di non presentare denuncia.

Yang Dixi, consulente legale delle associazioni cinesi a Roma, ha commentato in alcune dichiarazioni riportate da ‘Ansa’: “Condanniamo questi gesti. Ci auguriamo che sia un episodio isolato e che non ne accadano più. Come comunità esprimiamo tutto il sostegno e la solidarietà alle vittime delle offese di ieri”.

Ancora Yang Dixi sull’allarme coronavirus in Italia: “Questo episodio mi meraviglia perché i romani sono sempre stati accoglienti nei confronti di noi cittadini cinesi. Temevo però una escalation di intolleranza legata alla fobia per il coronavirus unita a una dose di razzismo”.

VIRGILIO NOTIZIE | 10-02-2020 23:06

Coronavirus, via ai controlli con i termoscanner a Fiumicino Fonte foto: Screenshot Ansa
Coronavirus, via ai controlli con i termoscanner a Fiumicino
,,,,,,,