,,

Caso Lombardia: un verbale segreto del Cts spiega cos'è successo

Un verbale riservato del Comitato Tecnico Scientifico spiega cosa è successo realmente tra Regione Lombardia e Ministero della Salute

È diventata un caso la decisione di far tornare la Lombardia in zona arancione a partire da domenica 24 gennaio alla luce di un errore riguardante i dati noti in precedenza. A far chiarezza sullo scambio di accuse tra Regione e il Ministero della Salute ci pensa il ‘Corriere della Sera’, secondo cui un verbale riservato del Comitato Tecnico Scientifico spiegherebbe cosa è realmente successo.

Il verbale, ancora segreto, è datato 22 gennaio ed è stato trasmesso dalla “cabina di regia” al Comitato Tecnico Scientifico per analizzare l’andamento della pandemia e concedere il via libera al passaggio dalla zona rossa a quella arancione.

Il verbale, che ricostruisce i contatti degli ultimi giorni, parla esplicitamente di “rettifica” effettuata dai tecnici della Regione Lombardia.

Si legge: “La Cabina di Regia riceve dal Ministero della Salute la richiesta della Regione Lombardia di rivalutare la classificazione del rischio relativo alla settimana 4-10 gennaio 2021, in seguito a un nuovo invio di dati il giorno 20 gennaio 2021 con revisione anche retrospettiva da metà dicembre 2020 dei campi dati relativi alla ‘data inizio sintomi’ e allo ‘stato clinico’ che determinano una riduzione del numero di casi notificati dalla Regione stessa come sintomatici”.

Alla luce di ciò, gli esperti hanno concluso: “Constatato che il nuovo invio dei dati costituisce una rettifica degli stessi da parte della Regione Lombardia, la Cabina di Regia valuta favorevolmente la possibilità di una riclassificazione della stessa in base ai dati forniti il 20 gennaio 2021″.

A quel punto, riporta ancora il ‘Corriere della Sera’, il Comitato Tecnico Scientifico, riunito d’urgenza alle 22,30 del 22 gennaio , ha “preso atto della richiesta di rettifica” e validato i nuovi dati confermando il ritorno in zona arancione.

Caso Lombardia: la spiegazione di Letizia Moratti

Intervista da ‘La Repubblica’, Letizia Moratti, vicepresidente e assessora al Welfare della Regione Lombardia, ha spiegato in merito al caso Lombardia: “Nessuna rettifica, a seguito di un approfondimento relativo all’algoritmo dell’Iss, condiviso con lo stesso, per l’estrazione dei dati per il calcolo dell’Rt, abbiamo inviato la rivalorizzazione di dati richiesta che ci auguriamo porti alla revisione dell’assegnazione di zona rossa”.

Caso Lombardia: il post polemico di Attilio Fontana

Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, ha respinto le accuse su ‘Facebook’: “La Lombardia deve essere collocata in zona arancione. Lo evidenziano i dati all’esame della Cabina di regia, ancora riunita. Abbiamo sempre fornito informazioni corrette. A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia per coprire le proprie mancanze”.

VirgilioNotizie | 23-01-2021 10:58

Dpcm, nuove Faq su visite ai partner, genitori e seconde case Fonte foto: ANSA
Dpcm, nuove Faq su visite ai partner, genitori e seconde case
,,,,,,,