,,

Abruzzo torna in zona rossa per un giorno solo: sentenza del Tar

L'Abruzzo ripasserà in zona rossa: il Tar dell'Aquila si è pronunciato a favore del governo e contro la decisione del governatore Marsilio

Il Tar dell’Aquila, come rende noto l’Ansa, ha accolto la richiesta di sospensiva avanzata dal governo dell’ordinanza del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. La pubblicazione del decreto dei giudici amministrativi dovrebbe avvenire a breve. Si ricorda che l’Abruzzo con l’ordinanza era di fatto passato dalla fascia di zona rossa ad arancione. Dunque la regione passa nuovamente nella fascia più critica anche se probabilmente per il solo giorno di domani visto che da domenica dovrebbe transitare in zona arancione.

Nel frattempo il ‘valzer’ dei colori sorride ad altre cinque regioni. Nei prossimi giorni il passaggio a zona gialla, da arancione, interesserà diverse aree. Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte già da domenica dovrebbero divenire ‘gialle’ e tornare dunque ad avere meno restrizioni. In serata si attende l’ufficialità sulle decisioni con la firma della relativa ordinanza da parte del ministro della Salute Roberto Speranza.

Situazione in miglioramento anche in Toscana e Valle d’Aosta, anche se qui l’inserimento in zona gialla dovrebbe ritardare di qualche giorno rispetto alle regioni sopra citate.

A dare il via libero al cambio di colore come al solito i dati emersi dal monitoraggio della Cabina di regia.

Abruzzo, la decisione controtendenza rispetto alla linea del governo

L’Abruzzo, il cui presidente Marco Marsilio aveva deciso di anticipare il monitoraggio smettendo di applicare le regole del rosso e passando in arancione, è stato invece bocciato dal Tar de L’Aquila che ha accolto la richiesta di sospensiva avanzata dal governo.

Il ricorso urgente dell’esecutivo è stato notificato nei giorni scorsi e depositato con la richiesta di decreto presidenziale in audita altera parte, cioè senza ascoltare la Regione Abruzzo. Si chiese quindi una decisione prima dell’udienza cautelare, in tempi brevi. Nelle scorse ore il pronunciamento del Tar.

Nel sottolineare che l’Abruzzo “da due settimane mostra valori stabilmente arancioni, ormai persino tendenti al giallo”, Marsilio, come riferisce l’Ansa, dice di sentirsi “con la coscienza a posto: ho tutelato la salute dei cittadini adottando senza indugio le misure restrittive necessarie, e ho agito di conseguenza quando i dati mostrano un numero di guariti doppio o triplo dei nuovi contagiati da una settimana, tenendo conto della tenuta economica del territorio”.

“A un atteggiamento pragmatico e aderente alla realtà dei fatti, il governo preferisce una rigida e tetragona applicazione burocratica delle norme. Rifiutandosi, come ha fatto sin dal 2 dicembre scorso, di applicare un potere di deroga che è previsto dalle norme stesse, senza dare nessuna spiegazione di questo rifiuto”.

VirgilioNotizie | 11-12-2020 20:51

Regioni in zona rossa, arancione e gialla: cosa si può fare Fonte foto: ANSA
Regioni in zona rossa, arancione e gialla: cosa si può fare
,,,,,,,