,,

Torna l'ora solare: quando e perché, forse, sarà l'ultima volta

Cambio dell'ora: nella notte tra il 24 e 25 ottobre 2020 sarà ripristinata l'ora solare, forse per l'ultima volta

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre si dovranno spostare indietro le lancette, ristabilendo l’ora solare. Potrebbe essere l’ultima volta che ciò accade, visto che dal 2021, ogni stato dell’Ue, potrà scegliere autonomamente su come agire circa il cambio ora legale-ora solare

Per il 2020, invece, tutto procederà come sempre negli ultimi anni: alle tre di mattina di domenica 25 ottobre bisognerà mettere mano all’orologio e far slittare di un’ora indietro le lancette. Chi è a corto di sonno, potrà godere di un’ora in più di riposo. Dopo il passaggio, come è noto, i giorni si ‘accorceranno’, calando il sole un’ora prima rispetto a quando è in vigore l’orario legale.

Il consiglio per chi ha dispositivi analogici è di regolarli prima di coricarsi a letto. Per quelli digitali non serve, visto che si adeguano in automatico.

Cambio ora: perché avviene di notte

Il cosiddetto cambio dell’ora si effettua di notte perché durante tale fascia oraria è più semplice ‘riprogrammare’ la logistica interessata al cambiamento. Ad esempio, nelle ‘ore piccole’, c’è minore circolazione di bus, treni e mezzi di trasporto. Inoltre la maggior parte delle attività sono in pausa.

Come sopra accennato, dal 2021 ogni stato Ue potrà scegliere autonomamente se e quando applicare il cambio dell’ora. Una situazione che potrebbe portare a un po’ di caos. Basti pensare alle difficoltà che potrebbero riscontare le compagnie aeree nel pianificare i voli da uno stato all’altro laddove venisse a mancare una sincronizzazione condivisa.

La convenzione sul cambio dell’ora: chi ne beneficia

L’ora legale è una convenzione che ha radici lontane, essendo stata pensata oltre un secolo fa principalmente per risparmiare energia. Attualmente i paesi Ue la fanno scattare nella notte dell’ultima domenica del mese di marzo alla stessa ora. Tale pratica è applicata dal 1996. Per quel che riguarda l’Italia, l’ora legale fu inizialmente sperimentata nel 1920, per poi essere riproposta nel 1940 e definitivamente nel 1966.

Nell’Ue sono gli stati del Sud ad avere più vantaggi dall’ora legale. Essendo a una latitudine tale che non permette grandi variazioni fra estate e inverno, lo spostamento avanti delle lancette concede luce fino a tarda sera. Altro discorso per i paesi del Nord dove le giornate estive sono assai più lunghe di quelle invernali (in inverno la situazione si capovolge) e i risparmi energetici non sono paragonabili a quelli dei paesi più a Sud.

Cambio dell’ora, dal 2021 ognuno può agire in autonomia

Nel 2021 ogni paese Ue potrà adottare la soluzione che vorrà. La Francia ha già reso noto che abbandonerà l’ora solare e manterrà sempre quella legale (anche le isole Baleari auspicano una simile scelta da parte della Spagna). Pure l’Islanda ha deciso di usare l’ora legale tutto l’anno. Russia e Bielorussia hanno abolito l’ora solare. Lo stesso vale per la Turchia, che l’ha abolita nel 2016.

VIRGILIO NOTIZIE | 22-10-2020 09:59

orologio. Fonte foto: 123rf
,,,,,,,