,,

Terza dose e mascherine all'aperto, Crisanti su tutte le furie: "Ormai è troppo tardi". Il nuovo attacco

I provvedimenti del governo sulla terza dose e le mascherine obbligatorie in alcune regioni non convincono Andrea Crisanti

Di: VirgilioNotizie | Pubblicato il:

Mentre in Italia sta per entrare in vigore il decreto Super Green pass, con nuove restrizioni per chi non si è sottoposto al ciclo vaccinale, un nuovo attacco alla strategia del Governo per far fronte alla pandemia da coronavirus è arrivato da Andrea Crisanti. Il professore di microbiologia all’università di Padova, sulle pagine della Stampa, ha detto che ormai è “troppo tardi” per imporre la mascherina obbligatoria anche all’aperto e somministrare la terza dose del vaccino.

Nel suo intervento, il microbiologo Andrea Crisanti ha spiegato che si sta facendo “troppo poco e troppo tardi“. Sugli errori del governo nella strategia vaccinale e nella somministrazione della terza dose, infatti, non ha dubbi.

Perché siamo in ritardo sulla terza dose: la spiegazione di Crisanti

“Già da ottobre sappiamo che dal quinto mese cala l’efficacia dei vaccini – ha sottolineato l’esperto -. Per questo siamo in ritardo sulla terza dose” del vaccino anti Covid, o dose “booster”.

Il professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova, nell’intervista che ha deciso di rilasciare al quotidiano La Stampa, ha chiarito meglio il suo pensiero affermando che per completare i richiami “ci vorrà quasi un anno e nel frattempo si creerà un problema dovuto alla scadenza del Gree Pass, ridotto giustamente a 9 mesi. Molti andranno in giro con il certificato scaduto”.

Parlando ancora della terza dose di vaccino anti Covid, Crisanti ha voluto fare anche una precisazione sulla durata: “I dati israeliani dicono che ripristinerebbe totalmente la vaccinazione – ha sottolineato – come minimo per sei mesi ma si spera di più”.

Nel frattempo, ha ricordato l’esperto, il contagio “cresce, ma la questione più importante è che trovi un equilibrio. L’Inghilterra ci è riuscita, anche se a un livello alto, grazie a vaccino, tracciamento e quarantene efficaci. L’Italia può farcela sui 20-30mila contagi al giorno, anche grazie a certificato, mascherina e distanziamento”.

Terza dose e mascherine all'aperto, Crisanti su tutte le furie: "Ormai è troppo tardi". Il nuovo attaccoFonte foto: ANSA

Mascherine obbligatorie anche all’aperto, la posizione di Crisanti

Andrea Crisanti ha espresso il suo pensiero anche in merito a un altro tema molto dibattuto in questi giorni. Mentre infatti le regioni si muovono in ordine sparso, annunciando nuove disposizioni in materia, in molti si chiedono se non sia il caso di ripristinare le mascherine obbligatorie anche all’aperto.

Il microbiologo si è detto favorevole, mentre il Green Pass sui mezzi è “irrealistico. Sui trasporti – ha concluso Crisanti – basterebbe rendere obbligatorie le Ffp2“.

Terza dose e mascherine all'aperto, Crisanti su tutte le furie: "Ormai è troppo tardi". Il nuovo attacco Fonte foto: ANSA
,,,,,,,