,,

Steven Spielberg sui sopravvissuti di Israele dopo l'attacco di Hamas: "Barbarie indicibile contro gli ebrei"

Il regista Steven Spielberg ha parlato del conflitto in Medio Oriente, definendo l’attacco lanciato da Hamas contro Israele una “barbarie indicibile”

Pubblicato il:

Intervistato per una iniziativa che mira a raccogliere testimonianze sull’antisemitismo, il regista 77enne Steven Spielberg ha parlato in merito alla guerra in Medio Oriente tra Hamas e Israele, definendo l’attacco portato avanti contro gli ebrei una “barbarie indicibile”.

L’intervista a Steven Spielberg

Nel 1994, un anno dopo aver completato il suo film vincitore del premio Oscar Schindler’s List, Steven Spielber fondò la USC Shoah Foundation – The Institute for Visual History and Education, un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata alla realizzazione di interviste con sopravvissuti e testimoni dell’Olocausto e, successivamente, di altri genocidi.

Di recente, l’organizzazione ha raccolto testimonianze e resoconti dei sopravvissuti agli attacchi del 7 ottobre come parte dell’iniziativa Countering Antisemitism Through Testimony Collection, un progetto che documenta l’antisemitismo post-Olocausto.

Steven Spielberg sui sopravvissuti di Israele dopo l'attacco di Hamas: Fonte foto: ANSA
Syeven Spielberg con l’Orso d’Oro onorario alla carriera, ricevuto nel 2023 corso della 73esima edizione della Berlinale

Tra queste era presente anche un’intervista al regista e fondatore dell’organizzazione, che ha spiegato che l’iniziativa è “uno sforzo che garantirà che le voci dei sopravvissuti agiranno come un potente strumento per contrastare la pericolosa crescita dell’antisemitismo e dell’odio”.

Le parole Spielberg su Israele

“Entrambe le iniziative – la registrazione delle interviste con i sopravvissuti agli attacchi del 7 ottobre e la raccolta continua di testimonianze sull’Olocausto – cercano di mantenere la nostra promessa ai sopravvissuti: che le loro storie sarebbero registrate e condivise nello sforzo di preservare la storia e di lavorare verso un mondo senza antisemitismo o odio di qualsiasi tipo. Dobbiamo rimanere uniti e costanti in questi sforzi” ha detto Spielberg, nell’intervista pubblicata sul sito della USC Shoah Foundation.

Steven Spielberg ha poi parlato nello specifico dell’attentato del 7 ottobre:

“Non avrei mai immaginato di vedere una barbarie così indicibile contro gli ebrei nel corso della mia vita”

“Rob Williams (direttore esecutivo della Fondazione, ndr) e il team della USC Shoah Foundation stanno conducendo uno sforzo che garantirà che le voci dei sopravvissuti agiscano come un potente strumento per contrastare la pericolosa crescita dell’antisemitismo e dell’odio” ha poi continuato il regista.

Spielberg sull’Olocausto

Il 77enne regista di origine ebraica ha poi parlato dei sopravvissuti all’Olocausto, affermando di quanto essi siano “i più coraggiosi e valorosi tra noi, e i loro resoconti sono una testimonianza duratura della resilienza dello spirito umano”.

L’intervista a Spielberg è arrivata in seguito a una lettera aperta pubblicata da David Schaecter, presidente della Holocaust Survivors’ Foundation-USA, con la quale chiedeva al regista di Schindler’s List di rilasciare una dichiarazione in cui condannasse il massacro.

“Ho il cuore spezzato perché, dal 7 ottobre 2023, non avete parlato apertamente e non avete preso pubblicamente posizione contro il terrorismo, contro Hamas e i milioni di persone che celebrare lo spargimento del sangue ebraico” aveva detto Schaecter. Steven Spielberg ha quindi provveduto quanto prima a riparare alla mancanza.

steven-spielberg-1 Fonte foto: ANSA

Hai bisogno di etichette personalizzate?

,,,,,,,,