,,

Stefano Marinoni, giallo sulla morte: la svolta dopo l'autopsia

I Carabinieri indagano per omicidio sul caso della morte di Stefano Marinoni

Il giallo della morte di Stefano Marinoni, il ventiduenne scomparso dalla sua casa di Baranzate il 4 luglio e ritrovato senza vita lo scorso venerdì 12 luglio, è giunto a una svolta.

Stando a quanto riferito dal “Corriere della Sera”, i Carabinieri indagano per omicidio, pur non escludendo l’ipotesi del suicidio. Alla luce dell’esame autoptico, però, l’ipotesi iniziale di un suicidio (che sarebbe avvenuto con l’arrampicata sul traliccio sotto al quale è stato ritrovato il corpo e il successivo lancio), contrasterebbe sia con l’assenza delle tipiche lesioni “da caduta” (al collo, agli arti, al bacino e alla colonna vertebrale), sia con la presenza di una ferita allo sterno, forse provocata da un colpo ricevuto (e non provocato dalla caduta).

Le condizioni del corpo di Stefano Marinoni, probabilmente straziato dagli animali, hanno reso complicata l’autopsia e la possibilità per il medico legale di fornire elementi definitivi. Di qui la necessità di ulteriori esami, a cominciare da quelli tossicologici, insieme ad altri accertamenti tecnici che potranno essere utili a risolvere il giallo sulla morte del ragazzo.

VirgilioNotizie | 17-07-2019 10:52

Stefano Marinoni, giallo sulla morte: la svolta dopo l'autopsia Fonte foto: Ansa & Facebook
,,,,,,,