,,

Pax mafiosa, arrestati avvocato romano e Salvatore Casamonica

I due sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa, per aver contribuito a suggellare un accordo di pace tra clan di Ostia

L’avvocato Lucia Gargano è ai domiciliari con l’accusa di aver fatto da garante per una pax mafiosa, collaborando con Salvatore Casamonica e il capo ultras Fabrizio Piscitelli, noto come Diabolik, ucciso l’estate scorsa. Secondo quanto riporta l’Ansa, la pax mafiosa avrebbe dovuto sventare una guerra tra clan ad Ostia.

L’ordinanza è stata estesa anche a Salvatore Casamonica, che era già in carcere; Gargano e Casamonica sono indagati per concorso esterno in associazione mafiosa.

Le indagini della guardia di finanza avrebbero confermato l’esistenza di un accordo per garantire la pace tra il clan Spada e un altro gruppo ad Ostia, che faceva capo a Marco Esposito.

Il gip Cappiello, nell’ordinanza cautelare, scrive: “Salvatore Casamonica e l’avvocato Lucia Gargano ricoprivano il ruolo di plenipotenziari del clan Spada con lo scopo, poi realizzato, di porre fine agli atti intimidatori perpetrati nei confronti del sodalizio, mentre Fabrizio Piscitelli rappresentava gli interessi del gruppo capeggiato da Marco Esposito detto Barboncino”.

La tesi sostenuta dal magistrato, secondo quanto riporta l’Ansa, è che l’avvocato ricoprisse “il ruolo fondamentale di trait d’union tra Carmine Spada detto Romoletto e Fabrizio Piscitelli (ucciso il 7 agosto a Roma), i quali non potevano incontrarsi perché il primo era sottoposto ad obbligo di dimora nel comune di Roma e il secondo a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno a Grottaferrata”.

Rispunta anche un’intercettazione di Diabolik che, durante un incontro con Gargano e Casamonica, disse: “Sui miei ti metto tutte e due le mani sul fuoco… Il sì deve essere sì e il no deve essere no!”.

VIRGILIO NOTIZIE | 14-02-2020 12:20

Derby a Roma, tensioni e fumogeni per gli omaggi a Diabolik Fonte foto: ANSA
Derby a Roma, tensioni e fumogeni per gli omaggi a Diabolik
,,,,,,,