,,

Foggia, donna uccisa a colpi di pistola: fermato l'ex marito

Omicidio a Cerignola, nel Foggiano: un uomo è stato fermato con l'accusa di aver sparato alla moglie. I due erano separati

Una donna di 41 anni, Nunzia Compierchio, è stata uccisa all’interno di un appartamento che si trova in via Fabriano a Cerignola, nel Foggiano. La donna è stata raggiunta da alcuni colpi di arma da fuoco. Lo rende noto l’Ansa.

La polizia, giunta sul posto, ha da sùbito concentrato le indagini sul marito, il 44enne Angelo Di Meo.

L’uomo è stato fermato con l’accusa di aver ucciso la donna nel primo pomeriggio, sparandole sulla porta di casa. I due erano separati.

Di Meo è stato trovato dagli uomini del commissariato a casa del padre, dove si era rifugiato. Aveva con sé una pistola modificata. Ora è in commissariato per essere interrogato.

Secondo una prima ricostruzione fatta dalle fonti investigative, nel primo pomeriggio, verso le 14, l’uomo separato da tempo dalla ex moglie si è presentato a casa di Nunzia Compierchio: non appena la donna ha aperto la porta il 44enne ha esploso una serie di colpi di pistola, ferendola a morte.

I vicini hanno raccontato di aver udito almeno quattro colpi di arma da fuoco. I proiettili hanno raggiunto la vittima nella parte alta del corpo. Secondo le testimonianze, Di Meo, subito dopo aver esploso i colpi di pistola, è fuggito via per rifugiarsi a casa del padre.

Ed è proprio lì che gli agenti del commissariato l’hanno trovato. L’uomo aveva ancora con sé una pistola a salve ma modificata in modo da poter utilizzare colpi veri, arma che gli inquirenti ritengono abbia utilizzato per uccidere la sua ex donna.

La coppia aveva avuto tre figli, due minorenni ed un maggiorenne. Al momento dell’omicidio in casa sembra fossero presenti soltanto i due figli più piccoli. Uno dei due, raccontano alcuni residenti di via Fabriano, sarebbe sceso in strada urlando e attirando l’attenzione del vicinato dopo la tragedia.

La donna e l’uomo, secondo alcune testimonianze, pare fossero separati già da diverso tempo. Gli investigatori stanno cercando di verificare se fossero anche già divorziati. I rapporti tra i due, ammette chi indaga, erano molto tesi.

Alcuni anni fa la donna avrebbe denunciato l’ex marito perché non avrebbe versato gli alimenti ai figli. Notizia ancora al vaglio degli inquirenti che stanno cercando di risalire al movente di questo femminicidio. Al momento, comunque, non si esclude alcuna pista investigativa: dal delitto passionale a quello maturato per questioni economiche.

VIRGILIO NOTIZIE | 05-07-2020 17:41

omicidio-cerignola-foggia-pistola-donna-uccisa-marito Fonte foto: Ansa
,,,,,,,