,,

Leghista propone il cous cous in mensa: Lega medita espulsione

Il Carroccio non ha gradito la proposta di una consigliera della Lega

Non sia mai che un leghista faccia una proposta in controtendenza con le idee e gli ideali del Carroccio. Così una consigliera comunale rischia l’espulsione dalla Lega per aver proposto l’introduzione nel menù della mensa scolastica del cous cous per venire incontro alle esigenze alimentari dei tanti ragazzini di altre etnie soprattutto nordafricane.

Si è scatenata un po’ di bufera nella Lega ligure. A Rapallo, comune della provincia di Genova, come racconta Il Secolo XIX, una consigliera comunale, Laura Mastrangelo ha proposto di inserire il cous cous nelle rotazioni delle mense scolastiche. Perchè bufera? Per il semplice fatto che la Mastrangelo è della Lega. E dal partito non hanno ben gradito questa sua idea, poi prontamente ritirata.

Sembra che lo stesso Salvini abbia fatto sentire il proprio dissenso per questo “autogol” sulla difesa delle tradizioni italiane. Di sicuro c’è il consigliere regionale Alessandro Puggioni, della Lega e nativo di Rapallo, ha bacchettato la collega: “Difendiamo il made in Italy, meglio la torta pasqualina”.

La Mastrangelo nella sua proposta aveva motivato così la volontà di inserire il piatto tipicamente magrebino nell’alimentazione degli studenti di Rapallo: “E’ anche questo un modo per far sentire uniti i bambini, senza differenze“.

A difenderla il cinquestelle Fabio Tosi “Salvini mangia al McDonald’s ma propone la difesa del Made in Italy, delle nostre tradizioni e dei prodotti a km 0″. Eppure la Mastrangelo rischia l’espulsione o, indirettamente, sarà costretta a emigrare nel gruppo misto.

VirgilioNotizie | 17-02-2020 11:09

Cous Cous Fest Fonte foto: Ansa
,,,,,,,